Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Diplomazia Economica/Sole 24 Ore - Ungheria: PIL secondo trimestre cresce dello 0,5% su base annua

Data:

01/10/2013


Diplomazia Economica/Sole 24 Ore - Ungheria: PIL  secondo trimestre cresce dello 0,5% su base annua

Ungheria: PIL  secondo trimestre cresce dello 0,5% su base annua

 

Secondo i dati dell’Ufficio di Statistica ungherese (KSH) nel secondo trimestre 2013 il PIL ungherese è salito dello 0,5% su base annua ed è cresciuto dello 0,1% rispetto al primo trimestre, grazie a un miglioramento della produzione nel settore delle costruzioni e dell'agricoltura. Particolare significativo: gli  investimenti in capitale fisso in sono aumentati del 4,6% su base annua – il primo aumento in sei anni . La bilancia commerciale del primo semestre si chiude con un saldo positivo di 3,5 miliardi di euro nonostante  le esportazioni siano calate del 2,9% mentre le importazioni  sono cresciute dell’1,1%. Tra  gennaio r giugno2013 il valore delle esportazioni ungheresi è in totale ammontato a 40,4 miliardi di euro e  quello delle importazioni a 36,9 miliardi di euro. Tra i fornitori del Paese cresce il ruolo della Cina. In questo contesto rientra anche un accordo triennale di “currency swap” tra le Banca centrali ungherese e cinese per un valore di 10 miliardi di yuan (1,2 miliardi di euro).

 

(infoMercatiEsteri)

 

 

Brasile: maxicommessa per Prysmian da Petrobras

Prysmian ha acquisto una commessa del valore di 260 miliardi di dollari dalla brasiliana Petrobras per la fornitura di sistemi  produzione di sistemi SURF (Subsea Umbilicals, Risers and Flowlines)  che  saranno prodotti nei centri del Gruppo a Vila Velha.   La presenza del  Gruppo  in Brasile  risale al 1929  (ex Pirelli settore cavi)  e copre  tutti i settori dell’industria dei cavi, dai sistemi ad alta tensione ai cavi per l’industria petrolifera, ai cavi in fibra ottica, con sei fabbriche,  un centro di ricerca e sviluppo e  più di mille dipendenti. Anche la collaborazione tecnica e commerciale con Petrobras che dura ormai da 35 anni. Il CEO di Prysmian Brasile Armando Comparato Jr. aggiunge: “siamo altresì fortemente impegnati nello sviluppo di prodotti e di tecnologie specifici per le difficili condizioni delle aree estrattive pre-salt del Paese”. Con l’integrazione fra Prysmian e Draka, il Gruppo dispone anche di due unità produttive in Nord America e ha esteso la gamma di prodotti e tecnologie ai sistemi DHT (Down Hole Technology), prodotti in Massachusetts e New Jersey, creando opportunità di cross-selling e accelerando l’espansione anche in nuove aree geografiche strategiche come ASEAN, Nord Europa e West Africa.

 

(Il Sole 24 Ore Radiocor) 

 

 

USA:indice PMI Markit in calo ma sempre scenario positivo

L'indice Pmi manifatturiero calcolato da Markit è sceso alla fine di settembre a 52,8 punti da 53,1 in agosto. La performance conferma l'attuale scenario di una ripresa che prosegue a ritmo moderato ma senza accelerazioni. Ogni dato sopra 0 punti indica una fase di espansione delle attività economiche.

 

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

 

Londra: parte la Conference Borsa Italiana    

E’ partita oggi la Star Conference di Borsa italiana a Londra, a cui parteciperanno in due giorni 38 società (su un totale di 68 quotate facenti parte del segmento) e oltre 100 investitori, in rappresentanza di 75 case di investimento. Sono stati richiesti oltre 550 meeting one to one, con un numero di investitori presenti in crescita del 102% rispetto allo scorso anno e di incontri dell'83%. Sempre alto l'interesse per le quotate del Segmento ad Alti requisiti: gli investitori esteri rappresentano infatti il 90% degli istituzionali presenti nel capitale (33% Nord America, 22% Uk, 2% Asia e Oceania, 33% resto dell’Europa, con nell’ordine Paesi Nordici al 9%, Francia e Germania al 7%, Svizzera al 3%) e l’indice di riferimento, il Ftse Star, ha costantemente sovraperformato il Ftse All Shares, il oaniere che rappersenta tutto il listino (da inizio 2013 +26%, dal 2003 ad oggi +102%), segnando un guadagno del 35% da inizio anno. La capitalizzazione complessiva del segmento è pari a 17,53 miliardi di euro, con una valorizzazione media per società di 266 milioni. Il flottante medio è del 39% (superiore al minimo del 35% previsto dal regolamento per l’accesso al segmento).

 

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

 

 


Luogo:

Roma

15919
 Valuta questo sito