Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

DEI\Sole 24 ore - Australia: opportunità nel settore ferroviario

Data:

23/12/2013


DEI\Sole 24 ore - Australia:  opportunità nel  settore ferroviario

Australia: opportunità nel settore ferroviario

Si è recentemente svolta a Sydney l'edizione 2013 di AusRAIL, fiera internazionale dedicata al settore ferroviario con la presenza di oltre 400 imprese espositrici in rappresentanza di piu' di 30 Paesi. Per parte italiana, erano presenti con stand Ansaldo STS e MermecGroup. Ansaldo STS, sta realizzando per Rio Tinto, un sistema di trasporto su rotaia di minerale ferroso in Australia Occidentale, con guida automatizzata. Opportunità analoghe si presentano ora per anloghe realizzazioni in Australia Occidentale, New South Wales e in Queensland. MermecGroup, che opera nel settore della misurazione/diagnostica e del segnalamento si e' aggiudicato un contratto da 75 milioni di euro da MetroTrain Melbourne e una di 15 milioni di euro da RailCorp, il piu' grande operatore nel settore ferroviario nel New South Wales, per una tratta di 1600 km . Secondo quanto dichiarato dalla ministra dei Trasporti del New South Wales, Gladys Berejiklian, il New South Wales offre importanti opportunità nel comparto dei trasporti pubblici, in previsione della crescita della popolazione.

(InfoMercatiEsteri)

Grecia: Banca di Grecia taglia 2.000 dipendenti

La Banca Nazionale della Grecia, principale banca del Paese, ha annunciato un piano di esodi volontari tramite pensionamenti che riguardera' 2.000 dipendenti. Si tratta del 15% dell'organico delle filiali nel Paese. Il costo totale del piano e' di 160 milioni di euro e permettera' di risparmiare 120 milioni ogni anno, ha precisato la banca. I dipendenti hanno tempo fino al 31 dicembre per esprimere il loro interesse. Le quattro principali banche greche - Bng, Banca del Pireo, Alpha e Eurobank - sono state recentemente ricapitalizzate grazie ai prestiti concessi da Ue e Fmi alla Grecia per fare fronte alla crisi. Nell'ambito della ristrutturazione del sistema bancario greco, Bng ha acquisto negli ultimi mesi le attivita' sane di due piccoli istituti, Probank e First Business Bank, i cui dipendenti rientrano nel piano di esodi. Nei primi nove mesi del 2013, la Bng ha registrato un utile netto di 262 milioni di euro contro la perdita per 2,5 miliardi nello stesso periodo del 2012. (Il Sole 24 Ore Radiocor)

UE: BEI finanzia progetti gas gruppo ENI

La Banca europea per gli investimenti ha approvato nel Consiglio di amministrazione dello scorso 17 Dicembre un finanziamento complessivo di 1,3 miliardi di euro a sostegno di progetti per il rafforzamento della sicurezza degli approvvigionamenti di gas in Italia. Una prima tranche di 200 milioni e' stata firmata oggi a Milano con il gruppo Eni, che con una quota complessiva di 1,1 miliardi e' principale beneficiario del prestito Bei. Il piano di investimenti pluriennali presentato dal gruppo Eni nel settore Exploration & Production in Italia e' pari a 2,7 miliardi e riguarda nel dettaglio un totale di 26 progetti che si sviluppano nell'offshore del Paese, alcuni dei quali saranno realizzati da Eni in joint venture con Edison (Gruppo Edf), beneficiario di una tranche del prestito fino a 200 milioni di euro. I progetti riguardano la manutenzione e l'ammodernamento di impianti e pozzi esistenti e lo sviluppo di nuove piattaforme. Il progetto e' altamente strategico per l'Italia. A oggi, infatti, il 70% dell'approvvigionamento nazionale di gas ha origine in Paesi che sono fuori dall'area Ocse, situazione che puo' presentare rischi geopolitici per la sicurezza energetica. Per la Bei, l'operazione rientra tra i filoni tradizionali di finanziamento, quali la sicurezza delle fonti di approvvigionamento energetico (incluse le TEN-E, le reti transeuropee di energia) e la coesione regionale, per la localizzazione nel Mezzogiorno d'Italia di una quota rilevante degli investimenti.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Cipro: Parlamento vara legge finanziaria 2014

Il Parlamento cipriota ha adottato la prima legge di stabilita' dopo il piano di salvataggio che ha evitato il fallimento al Paese in marzo. La legge finanziaria e' stata approvata nella nottata di giovedi' con 30 voti a favore, 20 contrari e quattro astensioni. Il bilancio prevede voci di spesa in calo del 10%, pari a 626 milioni, rispetto al 2013 a 5,59 miliardi, al netto degli interessi versati sul debito, contro 6,22 miliardi quest'anno per soddisfare i severi criteri di risparmio decisi dalla Troika e a fronte di un impegno del Governo cipriota a non aumentare l'imposizione fiscale. Cipro ha ricevuto un pacchetto di aiuti di 10 miliardi da Bce, Commissione europea e Fmi, e ha deciso un consistente prelievo sui conti correnti non garantiti della principale banca del Paese, Bank of Cyprus, liquidando il secondo istituto, Laiki. Il Governo cipriota ha sottolineato che i rischi di un default stanno diminuendo ma che il Paese dovra' affrontare un anno molto difficile con un pil previsto a -4,8% nel 2014 dopo -7,7% quest'anno e con una disoccupazione a un picco superiore al 19%.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

USA: Enav acquista quota 12,5% in Aireon

Enav, con un investimento di 61 milioni di dollari, acquista il 12,5% di Aireon, l'azienda statunitense del gruppo Iridium che entro il 2018 realizzera' il primo sistema globale di sorveglianza satellitare per il controllo del traffico aereo. Lo rende noto un comunicato della societa'. Enav e' entrata nel capitale di Aireon in partnership con il service provider canadese Nav Canada, che detiene il 51% delle quote, e con i service provider irlandese Iaa e danese Naviair con il 6% ciascuno mentre il 24,5% resta ad Iridium. L'accordo prevede, che Enav avra' un ruolo chiave nello sviluppo del servizio verso i service provider dell'area mediterranea e del Sud-est asiatico dove e' gia' presente con la controllata di Kuala Lumpur Enav Asia Pacific. I primi satelliti della nuova piattaforma di sorveglianza, sottolinea la nota, dedicata al controllo e alla gestione del traffico aereo saranno lanciati gia' a partire dal 2015 e il servizio sara' pienamente operativo entro il 2018. "Enav -commenta l'amministratore Unico Massimo Garbini- si impegna in uno degli investimenti che cambiera' la storia del controllo del traffico aereo e che ci posiziona sul mercato mondiale. Sono convinto che questa diversificazione aumenti il valore di Enav allargando gli orizzonti del business aziendale".

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Luogo:

Roma

Tags:

Asia

16470
 Valuta questo sito