Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

DEI\Sole 24 ore - Azerbaijan : Socar investe altri 475 milioni in Turchia

Data:

23/12/2013


DEI\Sole 24 ore - Azerbaijan :  Socar investe altri 475 milioni  in Turchia

Socar ha deciso di investire ulteriori 475 milioni di dollari nella raffineria STAR in Turchia che si aggiungono ai 350 milioni di dollari già deliberati: la raffineria, che sorge su un sito petrolchimico pre esistente avrà una capacità annuale di 10 milioni di tonnellate per la raffinazione di greggio proveniente dalla regione degli Urali, del Caspio e da Kirkuk in Iraq. grezzo così ripartite: 4,9 milioni di tonnellate di diesel a basso contenuto di zolfo, 1,3 milioni di tonnellate di nafta, 457.000 di xilene, 1,6 milioni di combustibile per aerei, 260.000 tonnellate di GPL, 525.000 di reformat, 692.000 di coke petrolifero e 159.000 di zolfo. I lavori di costruzione dovrebbero terminare nel 2017.

(infoMercatiEsteri)

USA: FMI alza stime crescita

Il Fondo monetario internazionale ritiene possibile un aumento delle stime di crescita dell'economia americana a seguito dell'accordo sul bilancio in seno al Congresso e dell'inizio del 'tapering', la progressiva riduzione di stimoli monetari, da parte della Riserva Federale. In un'intervista alla tv 'Cnbc' Christine Lagarde, direttore generale del Fondo, ha detto che esiste adesso maggiore certezza sullo sviluppo dell'economia Usa il prossimo anno, anche se non ha voluto indicare previsioni concrete. In ottobre il Fmi ha previsto un'espansione del Pil americano pari al 2,5% nel 2014. L'intesa sul bilancio e l'avvio del 'tapering', ha aggiunto Lagarde, sono da considerare un segno di fiducia nell'economia reale che spingera' le imprese ad assumere nuovi addetti e a guardare con fiducia al futuro della congiuntura. Un fattore penalizzante e' invece considerato da Lagarde l'assenza di un'intesa in seno al Congresso sull'aumento del tetto del debito, alzato solo fino al 7 febbraio, e che mette il Tesoro americano in grado di onorare i debiti del Governo solo per un mese dopo quella data. "Spero che il Congresso faccia fronte a questa responsabilita'e non metta a rischio la ripresa della congiuntura con discussioni sul fatto se gli Usa riusciranno a far fronte ai loro impegni o diventino insolventi".

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Svizzera: capvis acquisisce Arena

Arena, societa' leader nello sviluppo e design di costumi acquatici da competizione, e' stata acquisita da Capvis, fondo di private equity svizzero con sede a Zug specializzato nell'investimento in aziende di media dimensione. Come informa una nota, UniCredit ha agito come M&A advisor per Capvis e come Mandated Lead Arranger e Bookrunner per il financing dell'acquisizione, anche grazie alla storica relazione con Arena per la quale e' banca di riferimento. UniCredit, continua la nota, sara' anche Facility e Security Agent del finanziamento. I dettagli finanziari dell'operazione non sono stati resi noti. Arena, con sede a Tolentino (Mc), e' stata fondata nel 1973 da Horst Dassler, figlio del fondatore del Gruppo Adidas, allo scopo di sviluppare costumi piu' veloci e leggeri sia per nuotatori professionisti sia per dilettanti. A oggi e' uno dei leader mondiali nel design di costumi da competizione e accessori per piscina, con un'importante presenza in Italia, Francia, Germania e Stati Uniti oltre che in altri 106 Paesi in tutto il mondo. Capvis e' uno dei private equity piu' attivi nei Paesi di lingua tedesca, con un fondo di circa 600 milioni. Dalla sua fondazione nel 1990, Capvis ha completato 44 operazioni per un controvalore totale di circa 5 miliardi, investendo principalmente in societa' di medie dimensioni.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Regno Unito: S&P conferma rating 'AAA'ma outlook negativo

Standard & Poor's (S&P) ha confermato il rating del debito a lungo 'AAA' del Regno Unito, ma non esclude di tagliarlo l'anno prossimo se la sensibile ripresa dell'economia del Paese si rivelera' fragile. L'outlook resta infatti negativo. Cosi' una nota dell'agenzia, che ha anche confermato il rating del debito a breve ad 'A-1+'. "La Gran Bretagna continua a trarre vantaggio dalla sua eccezionale flessibilita' monetaria", ha indicato S&P, che rileva la solida ripresa dell'economia del Paese, il cui Pil e' atteso in rialzo di oltre il 2% nel periodo 2013-2016. Un altro fattore positivo, prosegue S&P, e' che il Governo ha assicurato che il Paese registrera' un attivo di bilancio nel 2018. L'agenzia ha aggiunto che esiste una possibilita' su tre quanto a un declassamento del rating del Paese nel 2014 se la crescita si dimostrera' piu' fragile del previsto, il che metterebbe in questione gli obiettivi di riduzione del deficit. S&P ha modificato l'outlook della Gran Bretagna a negativo, da stabile, nel dicembre 2012.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Germania: fiducia consumatori in rialzo

I consumatori tedeschi si presentano ancora piu' fiduciosi di fronte al nuovo anno. Secondo l'indice Gfk che stima la fiducia dei consumatori tedeschi, a gennaio l'indicatore sale a 7,6 punti, dai 7,4 di dicembre, il livello piu' alto da oltre sei anni, da agosto 2007. L'indice Gfk, basato su un'indagine condotta tra 2.000 persone, indica come la domanda interna resta il principale driver della crescita. Il dato e' superiore al consensus che stimato un indice fermo al 7,4.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Irlanda: S&P conferma rating 'BBB+'

Standard & Poor's ha confermato il rating del debito a lungo dell'Irlanda a 'BBB+' dopo l'uscita del Paese dal piano di aiuti internazionali. Lo comunica l'agenzia, che ha anche confermato il rating del debito a breve dell'Irlanda ad 'A-2'. L'outlook resta positivo. L'agenzia ha indicato che esiste una possibilita' su tre di poter aumentare il rating a lungo del Paese nel corso dei prossimi 18 mesi. "Il debito dell'Irlanda si ridurra' considerevolmente nei prossimi anni grazie a una ripresa che si intensifica, al risanamento del bilancio e alla vendita di asset pubblici. Ci aspettiamo che il profilo finanziario dello Stato continui a migliorare, il che permettera' all'Irlanda di mantenere l'accesso ai mercati finanziari dopo il piano di aiuti", rileva l'agenzia.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)


Luogo:

Roma

16476
 Valuta questo sito