Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

L'Italia rilancia l'iniziativa con l'Africa - Conferenza stampa Bonino lunedì alla Farnesina

Data:

27/12/2013


L'Italia rilancia l'iniziativa con l'Africa - Conferenza stampa Bonino lunedì alla Farnesina

L'Iniziativa Italia-Africa e' al centro di una conferenza stampa che la Ministro Emma Bonino terra' alla Farnesina lunedi' 30 dicembre alle ore 15.30, insieme con il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Massimo Bray e con la Ministro per l’Integrazione, Cecile Kyenge. Partecipano alla conferenza anche il Vice Ministro Lapo Pistelli ed il Sottosegretario agli Esteri Mario Giro.

Il rilancio delle relazioni

L'’Italia intende rilanciare le sue relazioni con i Paesi dell’Africa sub-sahariana promuovendo un articolato programma di iniziative che investono tutti i possibili ambiti di collaborazione: dalla politica all’economia, dalla cultura alla cooperazione allo sviluppo, dall’istruzione alla crescita sostenibile.

Nella ricorrenza, quest'anno, della celebrazione della Giornata dell'Africa, organizzata alla Farnesina alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e degli ambasciatori dei Paesi africani in Italia, la Ministro ha incentrato il suo intervento proprio sulle potenzialità di una rinnovata collaborazione tra l'Italia e il continente africano.

Africa piena di opportunita', momento di cambiare approccio

''L’Africa e’ un continente giovane e pieno di opportunità'' e, ''anche se presenta tante fragilità e contraddizioni, non possiamo continuare a vederla con la lente offuscata degli stereotipi del passato. Se è radicalmente cambiata l'Africa, deve radicalmente cambiare anche l'approccio dell'Italia all'Africa'', ha rimarcato la Ministro Bonino.''Dal 1963 l'Africa ha fatto enormi passi in avanti. Ma soprattutto, nell'ultimo decennio, ha compiuto uno straordinario salto di qualità'', ha spiegato la titolare della diplomazia italiana che ha individuato nel 2002, anno in cui l'Oua si è trasformata in Unione Africana, una ''data spartiacque tra la fine e l'inizio di una nuova fase storica''. Una fase in cui l'Europa e l'Italia possono fare la propria parte.

Italia può offrire modello sviluppo rispettoso ruolo continente

L'Italia ''può contribuire a saldare le nuove ambizioni di partenariato dell'Africa con le scelte dell'Unione europea'' ha sottolineato Emma Bonino evidenziando come ''la complementarietà tra le economie africane e quella italiana ci consenta di offrire all'Africa un modello di sviluppo rispettoso del futuro del ruolo del continente''. Ma, è stato il suo avvertimento, ''se non faremo squadra, con uno strettissimo coordinamento tra istituzioni e privati, difficilmente potremo essere efficaci nelle nostre relazioni con un continente così vasto e complesso''.

Luogo:

Roma

16486
 Valuta questo sito