Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Germania - Bonino-Steinmeier, Europa ha bisogno di futuro politico

Data:

07/02/2014


Italia-Germania - Bonino-Steinmeier, Europa ha bisogno di futuro politico

Europa della crescita, dei cittadini ed Europa nel mondo, ossia una politica estera comune. Saranno queste le priorità della presidenza italiana del semestre europeo, come ha ribadito la Ministro Emma Bonino al collega tedesco Frank-Walter Steinmeier, nel corso di un incontro alla Farnesina. E, su richiesta tedesca, che l'Italia ha pienamente accolto, è stato aggiunto un capitolo che chiede una discussione sul futuro dell'Europa. Le altre questioni saranno il Mediterraneo, la sicurezza e l'immigrazione clandestina "che deve diventare una priorità non solo per l'Italia", ha aggiunto la Ministro. Per Steinmeier l'Unione Europea deve riflettere sulla necessità di un suo "futuro politico" per conquistare stabilità e prosperità dopo così tanti anni di crisi economica.

Siria: servono accesso umanitario e cessate fuoco localizzato

Italia e Germania lavorano per una "immediata apertura di accessi umanitari" in Siria e, "in parallelo, ad un cessate il fuoco anche solo localizzato", ha sottolineato la Bonino. Steinmeier, da parte sua ha auspicato che questi progressi possano avvenire già dopo la seconda tornata di colloqui tra regime e opposizione in Svizzera, lunedì prossimo.

Marò: grazie Germania per pressione su India

L'Italia ringrazia le autorità tedesche per aver sollecitato "una rapida conclusione" della vicenda marò, ha detto la Bonino, aggiungendo che "abbiamo molto apprezzato" quanto detto dalla Germania anche in occasione della visita del presidente Gauck in India, quando cioè l'ambasciatore tedesco Steiner ha chiesto a New Delhi di esaminare il caso senza disparità e avvertendo che sono in gioco anche le relazioni con l'Europa.

Ucraina: Steinmeier, no sanzioni finché proseguono negoziati

Finché proseguono le trattative tra governo e opposizione in Ucraina è auspicabile che l'Unione Europea non ricorra a sanzioni contro Kiev, ha affermato Steinmeier, aggiungendo che nel paese un "cauto processo è stato avviato" nel confronto tra opposizione e leadership politica. La Bonino ha affermato che Kiev "deve uscire dallo logica di aut-aut tra Russia e Unione Europea" ed ha ribadito che l'Europa "non tollererà la repressione violenta".

Rapporti bilaterali

Anche i rapporti bilaterali al centro dei colloqui. La visita di Stenmeier, che ha incontrato anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il Presidente del Consiglio Enrico Letta, ha aperto un intenso ciclo di dialogo che proseguirà il 17 marzo a Berlino con il Vertice italo-tedesco e il 9 maggio a Roma, con la partecipazione del Ministro tedesco alla II edizione del Forum Economico italo-tedesco.


Luogo:

Roma

17974
 Valuta questo sito