Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Ucraina: Nato, più cooperazione con Kiev - Mosca 'sollecitata' a 'misure immediate' per rispetto diritto internazionale

Data:

01/04/2014


Ucraina: Nato, più cooperazione con Kiev - Mosca 'sollecitata' a 'misure immediate' per rispetto diritto internazionale

I ministri degli esteri della Nato hanno deciso di "intensificare la cooperazione" con l'Ucraina e concordato la "messa in atto di misure immediate e di lungo termine per rafforzare la capacità dell'Ucraina di provvedere alla sua sicurezza". E' scritto nelle conclusioni della ministeriale esteri della Nato, che ha incontrato anche il ministro ucraino con il quale sono state concordate "misure concrete" tra cui "il rinforzo dell'ufficio di collegamento della Nato a Kiev con l'invio di altri esperti".

Illegale e illegittimo tentativo Russia di annettere Crimea

Nella dichiarazione dei ministri si afferma che "non riconosciamo l'illegale ed illegittimo tentativo della Russia di annettere la Crimea" e Mosca viene "sollecitata" a prendere "misure immediate" per tornare al rispetto del diritto internazionale. Inoltre si osserva che la Russia "ha agito in contraddizione con i principi e gli impegni" dei trattati su cui si fonda la partnership Nato-Russia, inclusa l'impegno da parte dell'Alleanza di non dispiegare sue forze nei paesi europei dell'est, ed ha "gravemente violato la fiducia su cui la nostra cooperazione deve essere fondata".

“Pacchetto misure”

Affermando di aver concordato anche "un pacchetto di misure" per "approfondire la cooperazione" con gli altri partner dell' Europea dell'est, gli alleati affermano che nella ministeriale di giugno saranno rivisti i rapporti con la Russia, con cui resta però aperto il canale di "dialogo politico" nel Consiglio Nato-Russia "a livello di ambasciatori e oltre".


Luogo:

Roma

18323
 Valuta questo sito