Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Ucraina: Mogherini, situazione fluida, mettere in atto Ginevra

Data:

25/04/2014


Ucraina: Mogherini, situazione fluida, mettere in atto Ginevra

La situazione in Ucraina e' "talmente fluida" che "l'unica cosa che si puo' affermare e' che tutte le parti, dentro e fuori del paese, devono mettere in atto gli accordi del 17 aprile a Ginevra". Lo dice il ministro degli esteri, Federica Mogherini, che definisce quegli accordi come "l'unica strada utile per il paese, per la sua unita', la sua pace interna ed il suo sviluppo democratico ed economico". Parlando a margine della conferenza annuale dei progressisti americani ed europei ad Amsterdam, Mogherini quindi lancia "un appello a tutte le parti, dentro e fuori il paese, alla massima responsabilita', alla massima moderazione e ad implementare gli accordi di Ginevra".

MO: Mogherini, preoccupati ma dialogo Hamas-Fatah sana ferita

La situazione in Medio Oriente e' "estremamente preoccupante" per il ministro Mogherini che, in linea con Catherine Ashton, definisce l'avvicinamento tra Fatah e Hamas come "un dialogo positivo, che sana una ferita all'interno del popolo palestinese durata per troppo tempo" e che "getta le basi per un processo di elezioni democratiche tra i palestinesi che e' bene venga fatto". Ma "e' chiaro", aggiunge, che il nuovo governo dovra' rispettare gli accordi e "soprattutto riconoscere lo stato di Israele".

"E' chiaro anche - aggiunge Mogherini - che questo processo non deve essere visto come alternativo al processo di dialogo con Israele". Il dialogo tra Cisgiordania e Gaza, avverte, "puo' essere, e deve essere reso, compatibile con il dialogo con Israele. Perche' l'unica soluzione che puo' esserci e' quella negoziale". "Speriamo che da una parte le autorita' palestinesi, quelle di oggi e quelle che verranno, accolgano l'invito a riconoscere, come fa la Anp attualmente, lo stato di Israele e a mantenere gli impegni della Anp rispetto al processo di pace. E che il governo israeliano accolga gli inviti a continuare il dialogo che arrivano dalla Ue e non solo".

Luogo:

Roma

18466
 Valuta questo sito