Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dei/Sole 24 Ore:Brasile: apre a import da Italia di salumi breve stagionatura

Data:

18/06/2014


Dei/Sole 24 Ore:Brasile: apre a import da Italia di salumi breve stagionatura

Brasile: apre a import da Italia di salumi breve stagionatura

Le Autorita' brasiliane hanno comunicato l'approvazione del nuovo certificato sanitario per l'esportazione dall'Italia verso il Brasile di prodotti derivati dalle carni suine. In particolare, le Autorita' locali hanno riconosciuto la regionalizzazione della malattia vescicolare, come proposto dal nostro Ministero della Salute, e quindi autorizzato l'ingresso di prodotti di salumeria a breve stagionatura (salami, pancette, coppe, ecc.) provenienti dalla "macroregione del nord", che comprende Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia.

(infoMercatiEsteri)

Petrolio: entro 2020 USA primo produttore mondiale

L'Aie, Agenzia internazionale per l'energia, stima che la domanda di petrolio crescera' di 7,6 milioni di barili al giorno al 2019. L'Aie ha anche sottolineato che dopo il 2015 la crescita di domanda di petrolio sara' piu' lenta. Nel 2019 la produzione di shale oil negli Stati Uniti arrivera' a 5 milioni di barili al giorno e il Nord America produrra' il 20% del greggio a livello globale entro il 2020. I Paesi Opec manterranno un ruolo determinante ma dovranno trovare un modo per espandere la propria capacita'. Secondo l'Aie, il 60% della crescita della capacita' produttiva dei Paesi dell'Opec dovrebbe essere generato dall'aumento della produzione in Iraq che pero' e' afflitto da colli di bottiglia cronici per quanto riguarda le infrastrutture. Mentre le Autorita' di Baghdad prevedono di arrivare a una produzione di 8,5-9 milioni di barili al giorno entro il 2020, l' Aie fornisce stime molto piu' basse che, dopo un recente taglio di quasi mezzo milione di barili al giorno indicano la produzione raggiungibile in 4,5 milioni al giorno nel 2019.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Russia: da 2015 fluttuazione libera del rublo

La Banca centrale russa intende far fluttuare liberamente il rublo dal 2015 e frenare l'inflazione attraverso i tassi di interesse intervenendo, se necessario, per mantenere la stabilita' finanziaria. Lo ha reso noto l'istituto russo, che ha precisato di stare riducendo di 100 milioni di dollari al giorno gli interventi sugli scambi di valute estere, che hanno l'obiettivo di mitigare la volatilita' del rublo. La Banca centrale vende valute estere quando il rublo si indebolisce verso il tetto massimo della banda di scambi e acquista dollari ed euro quando la valuta russa si avvicina ai minimi, mentre non interviene quando i movimenti si collocano nella parte mediana della banda.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Cina: blocca alleanza europea Maersk, Msc e Cma Cgm

La Cina blocca l'alleanza nel settore del trasporto navale (P3 Network) tra Maersk Line, la svizzero-italiana Msc e la francese Cma Cgm. Dopo l'annuncio i tre partner hanno deciso di porre fine al lavoro preparatorio per l'avvio della partnership che era stata annunciata nel giugno 2013 e che aveva avuto il via libera della Federal Maritime Commission statunitense e Commissione europea. Insieme le tre societa' avrebbero dovuto gestire 250 navi su tre rotte commerciali (Asia-Europa, Transatlantica e Transpacifica) per controllare circa il 40% del trasporto navale di merci nel mondo. L'alleanza era nata in risposta alla G6 creata nel 2011 da Hapag-Lloyd, Apl, Hyundai Merchant Marine, Mitsui O.S.K. Lines, Nippon Yusen Kaisha e Orient Overseas Container Line (90 navi in servizio in 40 porti del mondo).

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Qatar: nuovo contratto Prysmian da 80 mln euro

Prysmian Group ha acquisito un nuovo contratto del valore totale di circa 80 milioni di euro per progetti di espansione della rete di trasmissione da KAHRAMAA, Qatar General Electricity and Water corporation. Il contratto prevede la progettazione, la fornitura, la costruzione, l'installazione e il collaudo di sistemi in cavo interrato ad Altissima Tensione per un totale di 173 km di cavi a 220 kV e relativi componenti di rete, nell'ambito dell'Addendum alla Fase XI del progetto di espansione della rete di trasmissione di energia elettrica in Qatar. Il progetto sara' coordinato dagli uffici del Gruppo basati in Qatar, utilizzando la produzione delle fabbriche di Gron (Francia) e Livorno (Italia). L'installazione dei primi circuiti avra' inizio nel 2014 e la data di completamento e' prevista nel corso del 2015.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)


Luogo:

Roma

18814
 Valuta questo sito