Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Lisbona - Musica e arte, il Portogallo celebra il semestre italiano

Data:

04/07/2014


Lisbona - Musica e arte, il Portogallo celebra il semestre italiano

Anche a Lisbona si celebra l’avvio del Semestre di Presidenza italiana dell’Ue, inaugurato dal discorso del presidente del Consiglio Matteo Renzi all’Europarlamento. Protagonisti delle iniziative nella città lusitana – organizzate dalla nostra ambasciata e dall’Istituto italiano di cultura – i giovani dei due Paesi, riuniti nel nome di valori condivisi per esprimere un comune messaggio di riconduzione all’unità della ricchezza e della pluralità delle culture che caratterizzano l’Europa.

Concerto orchestra giovanile e installazione “Lanetarius”

Il 2 luglio scorso un discorso dell’ambasciatore d’Italia a Lisbona, Renato Varriale, ha aperto le celebrazioni che sono state animate da un concerto dell’orchestra giovanile portoghese “Orquestra Geração”, con l’esecuzione degli inni italiano, europeo e portoghese da parte dei 45 giovani musicisti e di un programma di musiche vivaldiane, preparato per l’occasione dal responsabile, il prof. António Wagner Diniz. In serata la musica ha lasciato il posto all’arte figurativa con l’installazione “Lanetarius”, realizzata nel corso dell’anno scolastico 2012 - 2013 dagli studenti delle classi 3A - 2A - 2B del Liceo artistico “E. Mannucci” di Jesi, coordinati dal prof. Nicola Farina. L’opera, vincitrice del concorso indetto nell’ambito della V Edizione della Biennale “ArteInsieme - cultura e culture senza barriere” quale lavoro più significativo ispirato al tema del Terzo paradiso del Maestro Michelangelo Pistoletto, fa parte della collezione del Museo Tattile Omero di Ancona. Oggi e domani l’opera Lanetarius sarà ospitata nel prestigioso spazio espositivo “Fabrica Features” del Megastore United Colors of Benetton, nel centralissimo quartiere Lo Chiado a Lisbona. “Fabrica”, centro di ricerca sulla comunicazione e motore creativo dell’azienda di Treviso che si occupa di instaurare relazioni costanti fra il brand ed il mondo delle arti visive, del design, dell’architettura ed ogni altra espressione estetica, ha accolto con vivo entusiasmo l’installazione per il suo binomio lana/mondo, a cui del resto non è estranea.


Luogo:

Roma

18926
 Valuta questo sito