Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

Data:

20/11/2019


Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

maeci-giornata-internazionale-bambini

Nel trentesimo anniversario dall’adozione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo, la Farnesina celebra oggi la Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Adottata il 20 novembre 1989 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, la Convenzione è oggi il trattato internazionale per la protezione dei diritti umani al quale ha aderito il più alto numero di Stati e ha contribuito a migliorare la vita dei bambini di tutto il mondo.

In questa giornata, l’Italia riafferma il proprio impegno incondizionato per proteggere e promuovere i diritti di tutti i bambini, specialmente di quelli che vivono in contesti di particolare vulnerabilità, come i conflitti, il sottosviluppo e le emergenze umanitarie. L’Italia ribadisce inoltre con forza la propria condanna degli abusi e delle violenze fisiche e psicologiche cui ancora oggi sono sottoposti centinaia di milioni di bambini, con gravissime ripercussioni sul loro sviluppo fisico e psicologico.

La tutela dei diritti dei bambini è una delle priorità dell’attuale mandato dell’Italia in Consiglio Diritti Umani (2019-2021). In particolare, l’Italia è fortemente impegnata nelle campagne internazionali contro pratiche inaccettabili cui sono sottoposti le bambine e i bambini in diverse parti del mondo, come i matrimoni precoci e forzati e le mutilazioni genitali femminili.

La protezione dei diritti dell’infanzia è anche una priorità della Cooperazione Italiana allo sviluppo, impegnata in progetti multi-settoriali in Africa Sub-Sahariana e Medio Oriente, sia in contesti di crisi umanitaria che con programmi di sviluppo. In tale contesto, l’Italia si è attivata, insieme alle organizzazioni e alle agenzie internazionali specializzate, per sollecitare una più incisiva azione internazionale per combattere la diarrea infantile, che è oggi la seconda principale causa di mortalità dei bambini al di sotto dei cinque anni. Nell’ambito delle celebrazioni di quest’anno, l’Italia ha anche organizzato con l’UNICEF e l’OMS la prima Conferenza Globale “Leading Minds” sulla salute mentale di bambini e adolescenti, richiamando la comunità internazionale verso tale fondamentale area di intervento.


29137
 Valuta questo sito