Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Amburgo - Parole, luoghi e immagini: una tre giorni alla scoperta di Pasolini

Data:

12/10/2015


Amburgo - Parole, luoghi e immagini: una tre giorni alla scoperta di Pasolini

Tre eventi diversi per un unico grande omaggio. Al via ad Amburgo la manifestazione dedicata a Pier Paolo Pasolini che arriva in occasione dei 40 anni dalla morte. Si inizia con la proiezione di uno dei suoi capolavori cinematografici: “Il Vangelo Secondo Matteo” . L’appuntamento - organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo e dall’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia - è martedì 13 ottobre alle 19. Il film verrà proiettato al Metropolis Kino (Kleine Theaterstrasse,10) in lingua originale con sottotitoli in inglese. Il giorno successivo, mercoledì 14 ottobre alle 19 verrà, invece, inaugurata presso l’Istituto Italiano di Cultura della città (Hansastrasse, 6) la mostra di Domenico Notarangelo: Fotografie di scena de “Il Vangelo secondo Matteo”.

Fotografie di scena de “Il Vangelo secondo Matteo”

All’inaugurazione dell’esposizione sarà presente lo stesso fotografo che all’epoca delle riprese del film, ha assistito Pasolini nella ricerca delle comparse. Pasolini ha anche offerto a Notarangelo un piccolo ruolo nel film, cosa che ha reso possibile al fotografo di muoversi liberamente sul set e di produrre una serie di foto. La mostra sarà accompagnata da un'introduzione del professore Luciano Lovino. Infine - il terzo e ultimo evento legato a Pasolini - è in programma giovedì 15 ottobre alle 20 presso il Theater Sprechwerk (Klaus-Groth-Straße 23) dal titolo “Terra, Corpus, Vultus Christi”. Si tratta di un omaggio al film di Pasolini e alla terra in cui è stato girato, la Murgia. Dopo un’introduzione del presidente del Parco Nazionale Alta Murgia, il filosofo Umberto Curi si occuperà del linguaggio delle immagini di Pasolini, comparandole con quelle della "Passione" di Mel Gibson. L’antropologa Laura Marchetti si focalizzerà invece sul rapporto di Pasolini ni con "le madri" e, infine, ci sarà una performance di danza di Giulio De Leo sulla scena della Pietà.


21414
 Valuta questo sito