Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Cooperazione - Contributi di emergenza alle popolazioni nell'Est dell’Ucraina

Data:

29/01/2015


Cooperazione - Contributi di emergenza alle popolazioni nell'Est dell’Ucraina

Alla luce della grave crisi umanitaria provocata dagli scontri nell'Est dell’Ucraina, la Cooperazione italiana ha stanziato contributi per complessivi 200.000 Euro per interventi di emergenza del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) e dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) volti ad alleviare le sofferenze della popolazione.

Attività di prima assistenza svolte di concerto con Croce Rossa ucraina e Autorità locali
Il finanziamento a favore del CICR (100.000 Euro)  permetterà di sostenere le attività di prima assistenza svolte di concerto con la Croce Rossa ucraina e le Autorità locali: saranno distribuiti beni alimentari, kit per l'igiene, forniture mediche e materiali da costruzione ai residenti e agli sfollati nelle regioni di Lugansk e Donetsk. Sono inoltre previste attività di sensibilizzazione per il rispetto del diritto umanitario internazionale, interventi di riunificazione familiare ed attività di assistenza a favore dei detenuti nelle località di Zaporizhia, Odessa, Poltava, Kharkiv, Mariupol, Kiev e Donetsk. Il contributo a favore dell'UNHCR mira a sostenere le attività  svolte dell'Organismo nel quadro del piano di risposta delle Nazioni Unite, quali la distribuzione di beni di prima necessità e le attività di protezione nella regione di Donetsk.

I contributi rispondono all'appello lanciato dal Presidente della Commissione UE, Juncker volto a mobilitare maggiori risorse a favore della popolazione ucraina. Le violenze nel Paese hanno finora causato circa 1 milione di sfollati interni, mentre sono 1,4 milioni le persone bisognose di assistenza.


19992
 Valuta questo sito