Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Crisi umanitaria di Mosul

Data:

09/12/2016


Crisi umanitaria di Mosul

Le operazioni militari per la liberazione di Mosul dall’occupazione dei terroristi del DAESH hanno finora provocato un flusso di quasi 80.000 sfollati ed occorre in questa fase moltiplicare l'azione di soccorso umanitario per fronteggiare le accresciute necessità sul terreno, soprattutto con l'arrivo dell'inverno.

Accogliendo l’appello del Governo iracheno ed in linea con le richieste delle principali Organizzazioni umanitarie presenti sul terreno, la Cooperazione Italiana ha disposto un ampio pacchetto di interventi di soccorso per un importo complessivo di 4,7 Milioni di Euro.

Grazie al finanziamento italiano, UNHCR provvederà - nell’attuale fase di primissima emergenza - a distribuire generi di conforto invernali (coperte, stufe, ripari temporanei, lampade ad energia solare) ed a svolgere attività di assistenza a favore di 3.000 famiglie (circa 20.000 persone) sfollate dall’area dei combattimenti, mentre UNICEF realizzerà all’interno dei campi profughi e nelle comunità di accoglienza progetti di assistenza nei settori dell’acqua e dell’igiene, nonché attività di prevenzione della violenza di genere e per l'assistenza psico-sociale a favore di donne e ragazze vittime di violenza.

In una prospettiva temporale meno immediata, indicativamente nei primi mesi del 2017, verranno inoltre realizzate da parte delle Organizzazioni della Società Civile italiana presenti nella Regione attività di assistenza agli sfollati nei settori sanitario, della protezione, dell'assistenza alimentare e dell'istruzione.


23881
 Valuta questo sito