Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

DEI - EAU: con Abu Dhabi Vision 2030 opportunità per imprese italiane

Data:

13/03/2015


DEI - EAU: con Abu Dhabi Vision 2030 opportunità per imprese italiane

EAU: con Abu Dhabi Vision 2030 opportunità per imprese italiane

Si aprono importanti opportunita’ per le imprese italiane grazie alla realizzazione e manutenzione delle opere pubbliche incluse nel progetto Abu Dhabi Vision 2030, il piano regolatore per lo sviluppo complessivo e sostenibile del principale Emirato del Paese. E’ quanto emerso dall’incontro tra un rappresentante dell’Ambasciata d’Italia ad Abu Dhabi e il Ceo di Musanada, Awaidha Al Marar. Musanada e' la compagnia generale di servizi creata alla fine del 2007 dal Governo di Abu Dhabi per gestire il progetto Abu Dhabi Vision 2030. Il requisito richiesto alle imprese straniere è il possesso di una licenza valida per operare nell'Emirato di Abu Dhabi. Le aziende potranno poi registrarsi gratuitamente sul portale della compagnia emiratina per essere incluse nelle vendor list e poter cosi' concorrere alle gare periodicamente bandite (http://www.musanada.co.ae/English/OurServices/Procurement/Pages/default.aspx).

Turchia: entro 2015 completati e messi in servizio 332 km ferrovie

Entro il 2015 saranno completati e messi in servizio 332 chilometri di infrastrutture ferroviarie in Turchia. Lo ha annunciato il ministro turco dei Trasporti, degli Affari marittimi e della Comunicazione, Lutfi Elvan, precisando che nel corso dell’anno verra’  inaugurata la linea ferroviaria Kars-Tbilisi-Baku e anche il collegamento ad alta velocità tra Adana-Mersin e Khaburtra. Tra gli altri progetti che sono in corso di completamento, Elvan ha citato i lavori sulle linee ad alta velocità Ankara-Izmir e Ankara-Sivas e la linea ferroviaria che collegherà Bursa a Eskişehir.

Turchia: Borsa Istanbul pronta a quotare 40% capitale

La Borsa di Istanbul e’ pronta a quotarsi in borsa. L’operazione prevede il collocamento fino al 43% del capitale, attraverso la vendita della maggior parte delle azioni attualmente detenute dal Tesoro. Il mercato azionario turco, con 220 miliardi di dollari di valore, e’ il 29esimo al mondo, dietro alcuni mercati emergenti rivali. La quotazione dovrebbe essere completata entro la fine di quest'anno, con la possibilità di un’estensione al 2016.


20275
 Valuta questo sito