Diritti Umani: Farnesina e società civile impegnati con progetti di sminamento umanitario
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Diritti Umani: Farnesina e società civile impegnati con progetti di sminamento umanitario

Data:

17/06/2016


Diritti Umani: Farnesina e società civile impegnati con progetti di sminamento umanitario

Si è tenuto oggi alla Farnesina l’incontro annuale del Comitato Nazionale per l’Azione Umanitaria contro le Mine Antipersona con la partecipazione del Sottosegretario Sen. Della Vedova e delle principali ONG attive sul piano internazionale con progetti di sminamento umanitario.

L’Italia è fortemente impegnata per l’universalizzazione delle Convenzioni di Ottawa ed Oslo ed è in prima linea con numerosi progetti per alleviare le sofferenze delle popolazioni esposte al rischio di mine e munizioni a grappolo.

Grazie al Fondo per lo Sminamento Umanitario, che ancora quest’anno potrà beneficiare di uno stanziamento di 3,5 milioni di Euro, il nostro Paese è presente in numerose aree geografiche, tra cui Afghanistan, Colombia, Bosnia, Somalia, Sudan,  Striscia di Gaza e Siria, con attività di bonifica dei territori, campagne di sensibilizzazione al rischio e assistenza integrata alle vittime in un’ottica di sviluppo.

Il Sottosegretario Sen. Della Vedova ha voluto esprimere un sentito ringraziamento per l’impegno disinteressato di professionisti e volontari della nostra Società Civile, grazie al quale l’Italia vanta un profilo di indiscusso prestigio tra i donatori internazionali impegnati in attività umanitarie.  


22968
 Valuta questo sito