Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Gentiloni alla Conferenza internazionale per il rilancio di un ''Piano d'Azione'' contro le violenze etniche e religiose in Medio Oriente

Data:

08/09/2015


Gentiloni alla Conferenza internazionale per il rilancio di un ''Piano d'Azione'' contro le violenze etniche e religiose in Medio Oriente

Il Ministro Paolo Gentiloni partecipa alla Conferenza internazionale che si svolge a Parigi, copresieduta da Francia e Giordania, sulle vittime delle violenze etniche e religiose in Medio Oriente. Gentiloni presiede una tavola rotonda dal titolo: ''Facilitare il rimpatrio sostenibile e in sicurezza degli sfollati e dei rifugiati''. La conferenza, alla quale partecipano i rappresentanti di 60 Paesi, L’Unione Europea, nonché organismi e personalità delle Nazioni Unite, si propone di lanciare un ''Piano d'Azione'' sulle possibili risposte, in termini di sicurezza, umanitarie e di cooperazione, per arginare il fenomeno delle violenze e delle discriminazioni etniche e religiose nella regione mediorientale.

L'impegno dell'Italia

L'Italia conferma il suo impegno politico, di sicurezza , di assistenza umanitaria e di cooperazione allo sviluppo nonché di protezione e promozione dei diritti e delle libertà fondamentali nella regione mediorientale. Nel sottolineare la dimensione collettiva della libertà di religione e della sua difesa attiva, l'Italia ribadisce che la sopravvivenza delle minoranze etniche e religiose in Medio Oriente non risponde soltanto ad un imperativo etico-umanitario  ma è elemento essenziale per la pacificazione e la stabilizzazione della regione e per garantire le giuste condizioni per lo sviluppo di una cultura pluralista, aperta alle diversità e rispettosa delle libertà fondamentali.


21226
 Valuta questo sito