Italia-Israele - A Milano valutati e approvati 16 progetti co-finanziati in materia scientifica da realizzare nei due paesi
Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Italia-Israele - A Milano valutati e approvati 16 progetti co-finanziati in materia scientifica da realizzare nei due paesi

Data:

08/09/2015


Italia-Israele - A Milano valutati e approvati 16 progetti co-finanziati in materia scientifica da realizzare nei due paesi

Si rafforza la cooperazione tra Italia e Israele in materia scientifica e tecnologica. Si è riunita nei giorni scorsi a Milano, negli spazi dell’Expo, la XIV commissione mista Italia – Israele per valutare e approvare 16 progetti co-finanziati in materia scientifica (quest’anno i temi sono water-treatment, farmacogenomica e cyber) da realizzare nei due paesi. La commissione si riunisce annualmente in base all’Accordo di Cooperazione scientifica bilaterale tra Italia e Israele, in vigore dal 2002. Le due delegazioni - quella israeliana guidata da Avi Hasson, Chief Scientist del ministero dell’Economia - hanno quindi deliberato l’approvazione di cofinanziamenti per 16 progetti di ricerca congiunti tra aziende, università e centri di ricerca di entrambi i paesi.

16 progetti di ricerca congiunti tra aziende, università e centri di ricerca di entrambi i paesi

A testimonianza delle sinergie esistenti tra i due paesi sulla cooperazione ad alto contenuto di innovazione, uno dei temi del track di ricerca era dedicato alle “nuove tecnologie per il trattamento del terreno e dell’acqua” da applicare nel settore agro-alimentare e in linea con i temi dell’Esposizione Universale di Milano. La Commissione ha inoltre espresso apprezzamento per l’istituzione del Premio intitolato a “Rita Levi Montalcini” che, nel ricordo della scienziata italiana, favorirà la mobilità dei scienziati di alto prestigio tra Università e Centri di ricerca accademici d’eccellenza dei due paesi. La Commissione ha infine annunciato la creazione di un laboratorio congiunto tra l’Università di Modena e di Reggio Emilia e l’Università di Tel Aviv, il primo in territorio italiano finanziato dall’Accordo, volto ad approfondire la cooperazione nei temi cyber-security. La collaborazione in settori ad alto contenuto tecnologico e innovazione approfondisce il partenariato bilaterale tra Italia e Israele, con un’allocazione di fondi da parte italiana di oltre 2 milioni di euro all’anno.


21225
 Valuta questo sito