Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Libia: feriti gravi in Italia per cure

Data:

11/01/2016


Libia: feriti gravi in Italia per cure

A seguito dell'attacco terroristico verificatosi lo scorso 7 gennaio contro il centro addestrativo della polizia costiera libica nella città di Zliten, il Consiglio di Presidenza libico ha chiesto aiuto al Governo Italiano per le cure dei feriti gravi. È stato così deciso l'intervento umanitario italiano che è consistito nel trasporto di 15 libici da Misurata a Roma per il ricovero presso il policlinico militare Celio.
Successivamente i feriti potranno essere assegnati ad altre strutture sanitarie specializzate in Italia. Un velivolo C 130, partito all'alba dall’aeroporto di Pratica di Mare, è atterrato presso l’aeroporto di Misurata dove il personale sanitario militare italiano ha provveduto all’imbarco dei feriti a bordo del velivolo che è ripartito per l'Italia.
L'intervento di emergenza si è svolto ponendo in essere tutte le predisposizioni necessarie ad assicurare l'incolumità del personale impiegato e sotto il coordinamento della Presidenza del Consiglio. Ad esso hanno contribuito i Ministeri degli Affari Esteri, della Difesa, dell'Interno e della Salute e le competenti autorità libiche.
L’operazione appena conclusasi rappresenta un concreto gesto di solidarietà e di attenzione dell'Italia nei confronti del popolo libico in una fase particolarmente delicata dell’attuale processo di stabilizzazione del Paese.


21949
 Valuta questo sito