Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Los Angeles - Cinema, per “Non essere cattivo” scende in campo una squadra di star

Data:

16/11/2015


Los Angeles - Cinema, per “Non essere cattivo” scende in campo una squadra di star

Il cinema italiano ancora una volta protagonista all’estero. Sono stati Andy Garcia e Martha De Laurentiis ad accogliere a Hollywood “Non essere cattivo” e l’intera squadra di registi e attori italiani arrivati a Los Angeles per Cinema Italian Style 2015, manifestazione organizzata dall’ Istituto italiano di Cultura a Los Angeles con il patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles e il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

A loro il compito di tagliare il nastro sul red carpet della manifestazione, straordinariamente insieme al vincitore dell’ultimo Oscar italiano, Paolo Sorrentino, che ha  voluto “scortare” il film di Caligari in sala, insieme a Valerio Mastandrea e ai protagonisti del film Luca Marinelli e Alessandro Borghi, in questa serata così importante, insieme al suo produttore Nicola Giuliano.

“Non essere cattivo” scende in campo una squadra di star

Proprio a Mastandrea, per la tenacia con la quale ha rischiato anche personalmente, pur di portare sugli schermi “Non essere cattivo” e Valeria Bruni Tedeschi per il successo internazionale come attrice e ora anche regista sono andati i Cinema Italian Style Award 2015 –Bonato – consegnati prima della proiezione in una breve cerimonia ufficiale aperta ufficialmente dalla giovane attrice Dominik Garcia, figlia di Andy, per la prima volta nel ruolo di madrina. Con Il cast di “Non essere cattivo” via al red carpet della manifestazione che presenterà fino al 16 novembre film, documentari e anche cortometraggi con il meglio dell’ultima stagione cinematografica.  Da oggi in programma i film presentati da Francesca Archibugi, Maria Sole Tognazzi, Valeria Bruni Tedeschi, Piero Messina e il primo dei documentari in programma all’Istituto Italiano di Cultura: “Alfredo Bini - Ospite inatteso” di Simone Isola.


21644
 Valuta questo sito