Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Malta - Mostra fotografica “FALC-ON-ARIA” sull’Arte della Falconeria e della Vela nelle fotografie di Serena Galvani

Data:

21/02/2017


Malta - Mostra fotografica “FALC-ON-ARIA” sull’Arte della Falconeria e della Vela nelle fotografie di Serena Galvani

Il primo dicembre 2016 anche l’Italia si è aggiunta alle diciassette nazioni che riconoscono l’Arte della Falconeria come Patrimonio Immateriale dell’Umanità secondo la Convenzione UNESCO.

A Malta, posta al centro del Mediterraneo e considerata patria della Rosa dei Venti, la Falconeria era largamente praticata dall’Ordine dei Cavalieri Ospitalieri, poi divenuti Cavalieri di Malta, che avevano rinunciato a ogni altra forma di caccia per penitenza volontaria. Nel 1530 Carlo V d’Asburgo, Re di Spagna e di Sicilia, concesse ai Cavalieri l’isola di Malta chiedendo come affitto simbolico perpetuo la donazione annuale di un falco pellegrino addestrato come pegno di fedeltà. Lo stesso Carlo V fu incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero a Bologna nella Basilica di San Petronio il 24 febbraio 1530 e molti sono quindi i legami storici e culturali fra Malta, l’Italia, la Spagna e l’Arte della Falconeria.

“… guarderete il cielo perché là siete stati e là vorrete tornare.” Leonardo da Vinci è stato capace di svelare il segreto dell’attrazione che ci costringe irresistibilmente ad alzare gli occhi al cielo riassumendo in una sola frase un archetipo collettivo, il sogno di volare. Certamente l’uomo non può volare con i propri mezzi, ma è altrettanto vero che arriva sempre il momento in cui la vita gli insegna a spiegare le ali. L’umanità però non si accontenta di metafore e, per tradurle in realtà, ha creato da millenni la vela, un’ala che gli permette di volare sulle onde.

Questa è la sintesi magica che ha ispirato Serena Galvani, fotografa e fotoreporter A.I.R.F., appassionata armatrice e velista, ad accomunare con sensibilità non comune l’Arte della Falconeria e della Vela nelle sue immagini. “ARIA, UOMINI, FALCHI” è un racconto fotografico dove i temi s’incarnano negli sguardi potenti di uomini e rapaci che si fondono gli uni agli altri, in vele e ali che insieme cercano il vento, in paesaggi aspri con remote torri medievali dove tutti i soggetti attraversano il passato, così da restituire al mondo una memoria che porta dentro di sé i segni di lontani antenati e tradizioni mai dimenticate.

La mostra “FALC-ON-ARIA” è visitabile fino a venerdì 17 marzo 2017 negli orari di apertura al pubblico dell’Istituto Italiano di Cultura.


24264
 Valuta questo sito