Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Mosca - Yurij Bashmet e i “Solisti di Mosca” aprono gli incontri culturali in Ambasciata

Data:

24/01/2017


Mosca - Yurij Bashmet e i “Solisti di Mosca” aprono gli incontri culturali in Ambasciata

Si è aperta il 20 gennaio con il concerto del Maestro Yurij Bashmet e dell’ensemble musicale “Solisti di Mosca” (orchestra da camera da lui fondata e diretta che quest’anno festeggia i 25 anni di attività) la stagione degli incontri culturali all’Ambasciata d’Italia a Mosca. Yurij Bashmet, riconosciuto dalla critica come uno dei più grandi violisti contemporanei, si è esibito nella doppia veste di direttore e di solista, con un repertorio musicale che ha visto l’esecuzione di brani di Bach, di Mozart e di Chaikovskij, oltre che di Paganini e di Rossini quale omaggio all’Italia, e tre assoli del Maestro stesso.

Alla serata erano presenti rappresentanti del mondo culturale, scientifico, universitario e politico russo (tra questi ultimi, il vice primo ministro, Arkadij Dvorkovich), ed esponenti dell’imprenditoria e dei media russi e italiani. “Yurij Bashmet è un nome amato e familiare agli amici dell’Ambasciata. Ricordo ancora con emozione lo splendido duetto che nel 2015 ci ha regalato con il Maestro Uto Ughi proprio in queste sale, dove in passato è stato insignito con un’alta onorificenza italiana”, ha dichiarato l’Ambasciatore italiano a Mosca Cesare Maria Ragaglini. “Mi è sembrato molto appropriato iniziare il programma della nostra ricca attività culturale di quest’anno con un concerto – ha continuato l’Ambasciatore -. La musica rappresenta da sempre un ponte formidabile tra Italia e Russia che in quest’arte antichissima trovano uno straordinario legame”.


24086
 Valuta questo sito