Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

New York - Italia in prima linea nella lotta ai cambiamenti climatici

Data:

18/04/2016


New York - Italia in prima linea nella lotta ai cambiamenti climatici

Iniziativa della Rappresentanza permanente italiana presso le Nazioni Unite nell'ambito della lotta ai cambiamenti climatici. Gli storici traguardi raggiunti nel corso del 2015 (principalmente gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile e l'Accordo di Parigi) hanno ribadito l'assoluta centralita' della dimensione ambientale dello sviluppo sostenibile. Si tratta peraltro di un tema che da lungo tempo e' alle fondamenta dello stretto rapporto tra l'Italia e i Piccoli Paesi insulari in via di sviluppo (Sids), specialmente a New York. A seguito di cio', si e' deciso di organizzare una conferenza per illustrare concretamente i passi compiuti dal nostro Paese per combattere gli effetti negativi dei cambiamenti climatici. Sotto il titolo "Fighting climate change: sharing Italy's innovative technologies", sono state presentate le soluzioni tecnologiche piu' all'avanguardia ideate per affrontare i cambiamenti climatici. Alla conferenza la Rappresentanza ha inoltre associato una mostra, all'interno delle Nazioni Unite e della durata di una settimana (11-15 aprile), dedicata alla spiegazione didattica delle tecnologie, tramite l'allestimento, per ogni singolo ente o azienda partecipante, di pannelli esplicativi, di filmati e, nel caso di Enea, di modellini a dimensioni reali. L'evento e' stato moderato dal presidente del "Global Partnership Forum", Amir Dossal, ed stato aperta da un intervento del Rappresentante permanente italiano, Sebastiano Cardi, che ha messo in risalto il ruolo dell'Italia in materia ambientale, sia come Paese in prima linea in ambito multilaterale sia come potenza industriale in grado di reagire in maniera efficiente e condividere con gli altri Stati i risultati positivi raggiunti. A questo proposito, Lise Kingo, direttrice del Global Compact Onu, ha enfatizzato l'importanza del settore privato nell'attuazione dell'Agenda 2030 e ha sottolineato che la collaborazione tra imprese private ed enti pubblici messa in mostra nel corso dell'evento italiano e' un chiaro esempio di come realizzare l'Obiettivo 17, che fa proprio riferimento ai partenariati come strumento indispensabile per lo sviluppo sostenibile.


22580
 Valuta questo sito