Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Ruanda: Tribunale penale internazionale

Data:

22/03/2004


Ruanda: Tribunale penale internazionale

Il sottosegretario agli Affari Esteri, Alfredo Mantica, e il cancelliere del tribunale penale internazionale per il Ruanda, Adama Dieng, hanno firmato oggi a Roma al Ministero degli Affari Esteri l'accordo fra il Governo della Repubblica Italiana e le Nazioni Unite per l'esecuzione delle sentenze del Tribunale Penale Internazionale per il Ruanda.

Secondo l'accordo l'Italia metterà a disposizione le proprie strutture affinché le persone condannate dal tribunale internazionale possano, previo consenso della corte di appello di Roma, espiare la loro pena in Italia. Il sottosegretario Mantica ha espresso la propria soddisfazione per la conclusione dell'accordo, che conferma lo stretto rapporto di collaborazione tra Italia e il Tribunale stesso.

Della delegazione ospite faceva parte oltre al cancelliere del tribunale, Adama Dieng (capo delegazione, senegalese), anche il giudice Italiano Francesca Arbia, Avvocato Generale presso l'ufficio del Procuratore del Tribunale.

Foto

Link


Luogo:

Rome

5579
 Valuta questo sito