Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Una Convenzione per il Sistema Italia

Data:

24/03/2004


Una Convenzione per il Sistema Italia

La razionalizzazione della rete delle unità operative degli uffici ICE all'estero in raccordo con la rete diplomatico- consolare e la realizzazione di ambiti logistici ed organizzativi comuni fra sedi ICE e MAE con l'obiettivo di "fare sistema" tra le istituzioni italiane e sostenere l' internazionalizzazione delle imprese italiane, ponendo, tra l'altro, le basi per la creazione di sportelli unici per le imprese nei paesi stranieri. Sono i principali obiettivi della convenzione operativa Ministero degli Esteri, Ministero delle attività produttive e ICE firmata il 24 marzo 2004 a Villa Madama dal Ministro degli Esteri Franco Frattini, dal Ministro della Attività Produttive Antonio Marzano e dal Presidente dell'Istituto per il Commercio Estero Beniamino Quintieri.

Il Ministro Frattini, esprimendo la sua soddisfazione per la firma di questo importante documento per l'internazionalizzazione del sistema Italia, ha sottolineato come questo rappresenti la conclusione di un processo volto al potenziamento dell'azione diplomatica e al rafforzamento della presenza delle imprese italiane nel mondo, affinché l'Italia possa essere sempre più competitiva.

Il Ministro Marzano, ha osservato come l'Italia stia attraversando un momento congiunturale difficile e sia necessario aumentare la capacità produttiva e proteggerlo dal rischio di contraffazioni. Il sistema italiano è costituito soprattutto da piccole e medie imprese che vanno accompagnate nel momento in cui si affacciano sui mercati di paesi stranieri. E se in alcuni paesi ciò non è necessario, in altri è invece essenziale. E' importante, quindi, ha sottolineato il Ministro che ci sia un rappresentante del governo italiano in loco, con questo specifico compito. Questo progetto, una volta avviato, potrà estendersi ad altri settori economici, tra cui il turismo con il coinvolgimento dell'Enit e delle regioni.

Il presidente dell'ICE, Beniamino Quintieri, da parte sua, ha concluso sottolineando la concretezza di questo accordo, che prevede un'integrazione logistica tra ambasciate e uffici Ice per la razionalizzazione e il potenziamento delle risorse. La formula sarà la flessibilità: verranno applicate di volta in volta le condizioni migliori che il caso richiede e la diplomazia economica ne uscirà rafforzata. Un obiettivo importante soprattutto in quelle aree e quei paesi lontani che si stanno sviluppando e dove questa sta assumendo un ruolo decisivo.

Link

Foto


Luogo:

Rome

5584
 Valuta questo sito