Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Incontro del Ministro Frattini con gli Ambasciatori dei paesi della Lega Araba in Italia

Data:

08/09/2004


Incontro del Ministro Frattini con gli Ambasciatori dei paesi della Lega Araba in Italia

9 Settembre 2004 - Gli ambasciatori dei paesi della Lega araba a Roma hanno espresso forte condanna del terrorismo e profonda solidarietà per gli ostaggi sequestrati in Iraq e hanno assicurato il massimo impegno dei loro paesi per giungere alla sollecita liberazione di Simona Pari e Simona Torretta. E' quanto emerso in un incontro promosso oggi pomeriggio a Villa Madama dal ministro degli Affari Esteri Franco Frattini nel quadro delle iniziative del Governo per ottenere la liberazione delle due volontarie italiane, operatrici di solidarietà e di pace. All'incontro hanno partecipato, intervenendo ciascuno con una testimonianza, i rappresentanti diplomatici di Algeria, Arabia Saudita, Autorità palestinese, Egitto, Giordania, Iraq, Kuwait, Libano, Marocco, Mauritania, Oman, Qatar, Siria, Sudan, Tunisia e Yemen.

Il ministro Frattini ha sottolineato che a fronte del terrorismo che minaccia l'intera comunità internazionale è necessario un impegno attivo e comune per combattere questo flagello. Ha fatto quindi appello alla solidarietà e all'appoggio di tutti i paesi membri della Lega araba per il rilascio degli ostaggi e la restituzione del corpo di Enzo Baldoni. "Esprimo profonda gratitudine - ha dichiarato il ministro Frattini al termine dell'incontro - ai rappresentanti di questi paesi che hanno detto di sentirsi direttamente colpiti dall'attacco contro l'Italia. E' la conferma di quello spirito di solidarietà che ci deve guidare, in una strategia comune europea e araba, per prevenire e combattere il terrorismo esplorandone le cause profonde, ma senza giustificarne mai gli atti". "Esco confortato da questa riunione - ha detto il ministro - perché chiara e unanime è stata la conferma del profondo legame di amicizia e stima verso l'Italia da parte dei paesi arabi".


Luogo:

Rome

5709
 Valuta questo sito