Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Intervista del Sottosegretario di Stato Boniver: “Un appello da Al Jazeera “Rilasciatele senza condizioni” (Il Secolo XIX)

Data:

09/09/2004


Intervista del Sottosegretario di Stato Boniver: “Un appello da Al Jazeera “Rilasciatele senza condizioni” (Il Secolo XIX)

10 Settembre 2004 - Una missione in cinque capitali del Medio Oriente per mobilitare le associazioni femminili del mondo arabo per il rilascio di Simona e Simona. E il sottosegretario agli Esteri, Margherita Boniver è più che mai determinata a non tornare a Roma a mani vuote. Ieri è stata Al Cairo e poi a Beirut.

D. Onorevole Boniver, come è andata?

R. “Abbiamo avuto una assoluta leale solidarietà in favore della nostra azione per liberare le due Simone e non soltanto delle forze politiche, ma soprattutto da parte dell'associazionismo femminile egiziano e arabo. Questo terribile sequestro ha colpito particolarmente perché mirato alla presa di due giovani volontarie impegnate in Iraq, da molti anni”.

D. Ma sul piano concreto che cosa faranno.

R. “Hanno già emanato degli appelli. Agli incontri che ho avuto al Cairo erano presenti molti giornalisti arabi che useranno i loro organi di informazione per trasmettere il nostro messaggio. Sono stata intervistata da Al Jazeera e ho potuto quindi spiegare quali sono i motivi della nostra massima preoccupazione e quale è il nostro impegno che si sta svolgendo su più segmenti. Il governo italiano si sta muovendo a 360 gradi e nulla è lasciato intentato per arrivare alla liberazione delle ragazze. Dalle domande che mi hanno fatto ho capito che mi hanno fatto ho capito che c'è molta empatia e molta comprensione per questo terribile sequestro cui è stato dato molto risalto su tutti i principali giornali del Libano”.

D. Come lo commentano gli arabi?

R. “Lo considerano come una cosa assolutamente incredibile e per di più totalmente contraria ai principi religiosi dell'islam. Immagino comunque che la religione nulla abbia a che fare con questo barbaro sequestro”.

D. Che appello ha lanciato da Al Jazeera?

R. “Ho chiesto che tutti si adoperino affinché i quattro sequestrati possano essere liberati senza condizioni”.

D. Il governo italiano è stato molto criticato per la gestione del sequestro Baldoni. Ora avete cambiato rotta.

R. “Non è questione di cambiare rotta. Dopo l'omicidio Quattrocchi siamo riusciti a salvare gli altri tre sequestrati. Per quanto riguarda il rapimento Baldoni bisogna ancora capire la dinamica, ma soprattutto i tempi intercorsi tra il sequestro e l'omicidio. Ogni caso comunque è diverso. Ci sono comunque delle azioni pubbliche che il governo può e deve fare, poi ci sono dei segmenti che riguardano la nostra intelligence che naturalmente non sono resi pubblici”.

D. Lei incontrerà anche la regina Rania di Giordania.

R. “Sì, e mi aspetto che oltre alla solidarietà ci sia anche una mano concreta per il rilascio delle due Simone e per combattere il terrorismo”.


Luogo:

Rome

5705
 Valuta questo sito