Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Convocato alla Farnesina l'incaricato d'affari dell'Ufficio Popolare della Grande Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista (Ambasciata libica)

Data:

14/09/2004


Convocato alla Farnesina l'incaricato d'affari dell'Ufficio Popolare della Grande Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista (Ambasciata libica)

13 settembre 2004 - Il segretario generale del ministero degli Affari Esteri, Umberto Vattani, ha convocato, su istruzioni del ministro Frattini, oggi alla Farnesina l'incaricato d'affari dell'Ufficio Popolare della Grande Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista (Ambasciata libica).

L'Ambasciatore Vattani ha innanzitutto richiamato la collaborazione in atto prevista dalle intese raggiunte con la controparte libica nel settore della lotta all'immigrazione clandestina, sia nel corso degli incontri tecnici svoltisi negli ultimi mesi, sia, in particolare, in occasione della visita a Sirte del presidente del Consiglio Berlusconi lo scorso 25 agosto.

Egli ha fatto presente però come, per le sue gravi implicazioni in termini umanitari e di ordine pubblico, la nuova ondata di sbarchi di clandestini sulle coste siciliane imponga ora da parte libica uno sforzo decisamente maggiore. Il segretario generale del ministero degli Esteri ha quindi chiesto alle autorità di Tripoli di porre in essere ogni iniziativa per dare applicazione effettiva alle ultime intese e accrescere concretamente l'efficacia delle attività di prevenzione e delle operazioni di controllo delle frontiere e delle coste libiche, dando un urgente e tangibile segnale dell'impegno libico in tale cruciale settore. Su istruzioni della Farnesina, analogo passo è stato effettuato dall'Ambasciatore d'Italia a Tripoli.


Luogo:

Rome

5721
 Valuta questo sito