Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Il sottosegretario Mantica firma un accordo per la cancellazione parziale del debito estero della Repubblica Democratica del Congo

Data:

26/10/2004


Il sottosegretario Mantica firma un accordo per la cancellazione parziale del debito estero della Repubblica Democratica del Congo

26 ottobre 2004- Il Sottosegretario agli Esteri, Alfredo Mantica e il Vice Ministro delle Finanze congolese, Kashoba, hanno firmato questa mattina alla Farnesina l'accordo bilaterale di cancellazione parziale (“interim debt relief”) del debito estero della Repubblica Democratica del Congo, nel quadro dell'iniziativa internazionale a favore dei Paesi più poveri e maggiormente indebitati “Heavily indebted poor countries” - Hipc. La Repubblica Democratica del Congo è un Paese eleggibile all'“iniziativa Hipc rafforzata” avendo raggiunto il “decision point” (prima fase dell'iniziativa) nel luglio 2003.

L'Italia cancella circa 45 milioni di euro del debito estero della Repubblica Democratica del Congo, che si aggiungono ai circa 569 milioni di euro già cancellati con l'accordo bilaterale firmato a Kinshasa nell'aprile 2003, con il quale era stato concesso un trattamento pre-Hipc (cancellazione del 67% dei soli crediti commerciali) per un totale quindi di oltre 610 milioni di euro, che il governo di Kinshasa si è impegnato a destinare all'esecuzione di progetti di riduzione della povertà. Al raggiungimento del “completion point”, l'Italia potrà cancellare il rimanente debito per un ulteriore importo di 597 milioni di dollari circa, portando l'ammontare complessivo del debito cancellato a 1,3 miliardi di dollari circa.

Con l'accordo firmato oggi la Repubblica Democratica del Congo sale al primo posto nell'elenco dei beneficiari dell'annullamento del debito sinora effettuato dall'Italia nell'ambito della suddetta Iniziativa e della Legge 209/00. L'Italia continua quindi a dare piena e sollecita attuazione alla Legge 209/00 che ha portato l'Italia a decidere di cancellare l'intero debito estero dei paesi più poveri nei suoi confronti, andando ben oltre i livelli di annullamento (90%) previsti dalla stessa iniziativa Hipc. Nell'ambito dell'iniziativa Hipc, dall'ottobre 2001, l'Italia ha firmato 31 accordi bilaterali di cancellazione debitoria con 22 Paesi Hipc per un ammontare complessivo di circa 2,5 miliardi di euro.

Link:


Luogo:

Rome

5765
 Valuta questo sito