Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Nomina di Stefania Giannini ad Assistant Director General per l’Educazione dell’UNESCO

Data:

30/03/2018


Nomina di Stefania Giannini ad Assistant Director General per l’Educazione dell’UNESCO

Alfano: “Con questa nomina la Direttrice Generale Azoulay ha riconosciuto le indubbie qualità e competenze dell’ex Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, ed al tempo stesso il profondo, costante e crescente impegno dell’Italia nell’Organizzazione”

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano esprime grande soddisfazione per la nomina della Professoressa Stefania Giannini ad Assistant Director General per l’Educazione dell’UNESCO. “È per noi motivo di orgoglio vedere attribuito ad una personalità accademica italiana di primo piano, qual è Stefania Giannini, un incarico di questa importanza e delicatezza” ha dichiarato il Ministro commentando la notizia.

“Con questa nomina la Direttrice Generale Azoulay ha riconosciuto le indubbie qualità e competenze dell’ex Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, ed al tempo stesso il profondo, costante e crescente impegno dell’Italia nell’Organizzazione. Questo riconoscimento, giunto al termine di un approfondito procedimento di selezione, è un ulteriore stimolo ad intensificare la nostra azione per il sostegno e la promozione dei valori al centro del mandato dell’UNESCO”. Il Settore Educazione, che sarà guidato da Stefania Giannini, è il più consistente dell’UNESCO, in termini di risorse di bilancio (oltre un terzo del totale) e di personale; da esso dipendono anche 7 istituti specializzati ed un centro per l’educazione tecnica e professionale. Attraverso questo Settore l’UNESCO coordina, nel sistema ONU, l’insieme delle iniziative per il raggiungimento dell’Obiettivo 4 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: “Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti”.


26642
 Valuta questo sito