Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Oggi alla Farnesina l’incontro tra il Ministro Paolo Gentiloni ed il collega cinese Wang Yi - Comitato Governativo Italia-Cina e riunione plenaria del Business Forum bilaterale

Data:

05/05/2016


Oggi alla Farnesina l’incontro tra il Ministro Paolo Gentiloni ed il collega cinese Wang Yi -  Comitato Governativo Italia-Cina e riunione plenaria del Business Forum bilaterale

La cooperazione economico-commerciale è il tema principale dei colloqui tra i due Ministri degli Esteri che si svolgono in una fase di grande intensità nel dialogo tra i due Governi dopo le recenti visite in Cina del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e del Premier Li Keqiang in Italia e le due visite del Ministro Gentiloni a Pechino nel 2015. L’Italia punta ad un progressivo riequilibrio della bilancia commerciale bilaterale per facilitare l’accesso delle nostre imprese al mercato cinese. Altri obiettivi: attrarre un crescente flusso di investimenti e promuovere il know-how italiano nel settore dei trasporti e delle infrastrutture, anche in rapporto al progetto cinese di costituire una nuova Via della Seta negli altri Paesi di transito in Europa e Asia. Le principali questioni di rilevanza internazionale, tra cui lotta al Daesh, emergenza migratoria e crisi regionali, compresa la situazione di sicurezza nella Penisola Coreana, gli altri temi del colloqui odierni.

Comitato intergovernativo

La collaborazione bilaterale ad ampio raggio è al centro della VII sessione plenaria del Comitato Governativo Italia-Cina, a cui partecipano anche le amministrazioni pubbliche di entrambi i Paesi. Agricoltura, sicurezza alimentare, settore scientifico, sviluppo sostenibile, turismo: sono solo alcuni dei tanti settori su cui si cercheranno nuovi sbocchi.

Business Forum

Nel pomeriggio si svolge a Villa Madama la riunione plenaria del Business Forum bilaterale, composto dai rappresentanti delle principali aziende dei due Paesi e delle maggiori associazioni di categoria. Con più di 60 imprese italiane e cinesi quest’anno si discute di farmaceutica e servizi sanitari, ambiente e sviluppo sostenibile, finanza e infrastrutture, telecomunicazioni, moda e interior design. Arrivato alla sua terza edizione, il formato si è rivelato particolarmente efficace: la prima riunione, nel 2014, alla presenza di 70 imprese italiane e 200 cinesi, ha portato alla firma di 41 accordi.


22677
 Valuta questo sito