Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Repubblica Ceca - L’industria 4.0 italiana punta sulla Repubblica Ceca

Data:

27/09/2016


Repubblica Ceca -  L’industria 4.0 italiana punta sulla Repubblica Ceca

Il 23 settembre scorso, alla presenza dell’Ambasciatore italiano in Repubblica Ceca Aldo Amati, il presidente dell’AidAM – Associazione Italiana di Automazione Meccatronica, Alessandro Torsoli, e il presidente della Camera di commercio e dell’industria italo-ceca, Gianfranco Pinciroli, hanno siglato un accordo di sviluppo commerciale per le aziende italiane in base al quale la CAMIC rappresenterà l’industria 4.0 italiana in Repubblica Ceca.

“Siamo felici di poter sostenere questo accordo e siamo certi che l’eccellenza italiana saprà trovare i giusti interlocutori in questo Paese – ha dichiarato l’ambasciatore Amati nel suo intervento di apertura – Da parte nostra sarà offerto il massimo sostegno anche per quanto attiene alla veicolazione di questo messaggio verso le istituzioni ceche di riferimento”.

Il principale obiettivo dell’accordo è il rafforzamento della collaborazione industriale tra l’Italia e la Repubblica Ceca nei settori della meccatronica e dell’automazione, due comparti chiave per la trasformazione dei processi produttivi conosciuti come Industria 4.0. “L’accordo prevede un programma di sviluppo in settori strategici come l’automazione, la meccatronica e l'automotive, che già oggi formano circa il 50 percento dell’interscambio tra Italia e Repubblica Ceca”, ha commentato il presidente Pinciroli.

“Anche in Italia stiamo sviluppando progetti tecnologici di Industria 4.0 e di fabbrica intelligente. In Repubblica Ceca vogliamo organizzare eventi che permettano uno scambio di know-how coinvolgendo imprese e centri di ricerca di entrambi i Paesi”, ha dichiarato il presidente Torsoli.

I rappresentanti di AIdAM hanno effettuato anche alcune visite chiave in vista di future collaborazioni allo stabilimento produttivo del consorzio TPCA di Kolin (regione Boemia centrale), che produce automobili Peugeot 108, Citroen C1 e Toyota Aygo (produzione nel 2015 di 219.000 automobili) e al cluster di meccatronica della città di Dobrany (regione di Pilsen).


23451
 Valuta questo sito