Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Riunione informale dei ministri degli esteri dei Balcani occidentali

Data:

24/05/2017


Riunione informale dei ministri degli esteri dei Balcani occidentali

Alfano: “Ospiterò questa sera, a Villa Madama, una riunione informale con i colleghi dei Balcani occidentali, nel contesto delle attività preparatorie del Vertice di Trieste del 12 luglio.

Sarà l’occasione per un'ampia disamina sui temi del Vertice e su questioni bilaterali.

In relazione al contesto regionale, nonostante rimangano ancora problematicità e tensioni nella situazione politica interna di alcuni Paesi dell’area e nelle reciproche relazioni, abbiamo di recente assistito con soddisfazione a una serie di sviluppi molto positivi.

Mi riferisco in particolare all’accordo intervenuto fra le forze politiche in Albania per tenere le elezioni con la partecipazione di tutti i partiti politici e ai progressi nelle ex Repubblica Jugoslava di Macedonia per superare l’impasse politica.

Si tratta di segnali di speranza per la Regione e per l’Unione Europea.

Sviluppi positivi che dimostrano gli effetti benefici che un’Unione più forte e fiduciosa - quale quella emersa dal Sessantesimo Anniversario dei Trattati di Roma - può avere sui Balcani occidentali.

Per questo l’Italia sostiene da sempre la prospettiva europea della Regione ed è convinta sostenitrice della necessità di riunificare l’Europa con l’ingresso nell’UE dei Balcani occidentali.

Si tratta di una scelta strategica, di coraggio e di lungimiranza politica, indispensabile per garantire pace e sicurezza al continente.

Il Vertice di Trieste sarà quindi un’importante occasione per favorire un clima di confidenza e fiducia reciproca.

Non si tratta solo di dialogo politico, ma anche di concrete azioni: a Trieste verrà annunciato un nuovo pacchetto di progetti infrastrutturali nei settori dei trasporti e dell’energia che contribuiranno allo sviluppo della connettività regionale.

Vi è inoltre crescente consenso circa le possibilità di adottare un Piano d’azione per la creazione di un’Area Economica Regionale.

Quanto alle  specifiche iniziative della Presidenza italiana del Processo, abbiamo deciso di organizzare a Trieste un Business Forum dedicato alle Piccole e Medie Imprese, per presentare strumenti finanziari e reali disponibili per il loro sviluppo, nella convinzione che per la crescita di un Paese sia fondamentale la creazione di un settore privato dinamico.

Al Business Forum saranno presenti circa 80 imprese provenienti dai Balcani Occidentali, per incontri d’affari del pomeriggio che sono di assoluta importanza.

A Trieste, verrà anche inaugurata la Sede del Segretariato delle Camere di Commercio dei Balcani occidentali, un risultato dall’alto valore simbolico che consentirà di stringere ulteriormente i legami economici del nostro Paese con la Regione. 

Abbiamo inoltre voluto introdurre nei Vertici la dimensione della prevenzione e della lotta alla corruzione, attraverso l’organizzazione di un Seminario presieduto dalla nostra Autorità Nazionale Anti-Corruzione.

Si tratta di un tema essenziale per le nostre società, nonché un punto imprescindibile nell’ambito dei negoziati di adesione all’UE e per affrontare il quale ciascuno deve adeguatamente attrezzarsi.

Al riguardo, i  lavori del Seminario si concentreranno su 5 temi: prevenzione della corruzione; informatori; conflitto di interessi; trasparenza; appalti pubblici.

Infine, a Trieste, avremo anche gli importanti forum della società civile e della gioventù, a testimonianza che il Processo dei Balcani Occidentali è aperto al contributo di tutti gli attori della Regione e non si limita alla sola dimensione politica.

L’agenda è molto ambiziosa, ma confidiamo nel successo del Vertice, nell’interesse comune dei Balcani occidentali e dell’Unione Europea. E la riunione informale di questa sera vuole essere un contributo in vista di tale successo”.

 


24825
 Valuta questo sito