Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Somalia - Cerimonia di inizio lavori per l'ampliamento dell'Ospedale Militare Xooga Hospita

Data:

25/11/2016


Somalia - Cerimonia di inizio lavori per l'ampliamento dell'Ospedale Militare Xooga Hospita

Si è tenuta a Mogadiscio la cerimonia di inizio lavori per l’ampliamento dell’Ospedale Militare Xooga Hospital, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia Carlo Campanile, del  Ministro della Difesa somalo, Abdulkadir Sheik Ali Dini, e di una ampia rappresentanza dei vertici militari somali e della stampa locale. Sarà realizzata i una nuova ala dell’Ospedale destinata ad ospitare la sala operatoria e la terapia intensiva, con i relativi servizi ancillari. L’avvio dei lavori e’ stato reso possibile grazie  ad un finanziamento della nostra Cooperazione allo Sviluppo pari a 700mila USD.

I lavori allo Xooga Hospital rappresentano una prima sinergia fra l’impegno della nostra Cooperazione e quello della componente CIMIC (Cooperazione Civile Militare Italiana) del contingente nazionale di supporto alla missione EUTM Somalia che e’ gia intervenuto con lavori di potenziamento della stazione elettrica e per la fornitura di acqua nel 2015 e che ora provvedera’ ai lavori di rifacimento del tetto della struttura preesistente e alla fornitura  di medicinali e apparecchiature da laboratorio per un ammontare complessivo, nei due anni, di circa 460mila Euro. La struttura e’ destinata in primo luogo al trattamento dei militari delle Forze Armate somale ed alle loro famiglie ma anche ad accrescere sensibilmente l’offerta e la qualita’ dei servizi sanitari offerti in uno dei distretti piu popolosi della capitale somala. La struttura sara’ infatti aperta anche alla popolazione civile del distretto. L’iniziativa intende fornire un sostegno essenziale alle Forze Armate Somale nel loro impegno militare contro Al Shabaab, oltre che migliorare il rapporto di queste con la popolazione civile della capitale, che sta pagando un prezzo altrettanto alto nel conflitto.


23810
 Valuta questo sito