Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Tokyo - Immagini e voci, il Giappone va alla scoperta della “Passione” napoletana

Data:

19/02/2015


Tokyo - Immagini e voci, il Giappone  va alla scoperta della “Passione” napoletana

James Senese, Fiorello, Massimo Ranieri, Lina Sastri, Peppe Servillo, Peppe Barra, Pietra Montecorvino, Raiz , Fausto Cigliano, M'Barka Ben Taleb, Max Casella. Sono i volti che ritroviamo nel film “Passione”: un viaggio nel mondo della canzone napoletana interpretata da alcuni dei più grandi cantanti e musicisti di oggi. A dirigerli  l’occhio straniero - ma non troppo - dell’italo-americano John Turturro. “Passione” è un documentario, un musical, ma soprattutto l’appassionata dichiarazione d’amore di Turturro alla canzone napoletana e alla città di Napoli.  Immagini, spesso inedite, delle grandi voci di un passato ormai remoto si sovrappongono con quelle di interpreti moderni, capaci di proseguire una tradizione gloriosa, ricreandola e rinnovandola. Tutto questo è “Passione”.  L’attore, regista e sceneggiatore statunitense con questa pellicola attraversa, infatti, la storia della canzone partenopea: dal “Canto delle lavandaie del Vomero” del 1200 fino a “Napule è” di Pino Daniele.

Canzoni e cantanti, musicisti e poeti, personaggi reali e leggendari sono dunque i  veri protagonisti di questo film

Rievoca storie lontane e miti vicini, alterna l’amarcord alla ricostruzione, i caroselli canori alle voci di strada, la storia della canzone alle storie che le canzoni narrano e nascondono. Canzoni e cantanti, musicisti e poeti, personaggi reali e leggendari sono dunque i  veri protagonisti di questo film che percorre e mette in luce una delle metropoli più belle, famose e controverse del mondo. Ora anche il Giappone si prepara a scoprire Napoli e la sua “Passione”: sabato 21 febbraio (alle 15) presso l’Auditorium Umberto Agnelli dell’Istituto italiano di Cultura di Tokyo è in programma la proiezione del documentario di Turturro (con sottotitoli in italiano). Musica e poesia, versioni classiche e innovative, immagini di repertorio e coreografie contemporanee, tradizione e innovazione si mescolano in una miscela originale e travolgente: buoni motivi per scoprire e apprezzare “Passione”.


20128
 Valuta questo sito