Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Comunicato

Data:

27/06/2006


Comunicato

Il Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri Massimo D'Alema ha incontrato oggi alla Farnesina il Primo Ministro libanese Fuad Siniora.

Il Ministro D'Alema ha espresso al Primo Ministro Siniora l'apprezzamento italiano per le iniziative avviate dal Governo libanese al fine di promuovere la stabilizzazione politica del Paese, auspicando che il processo di Dialogo Nazionale avviato in Libano possa risolvere le questioni interne ancora pendenti.

In tale contesto, l' Italia, anche nella sua qualità di membro del "Core Group" per il Libano, guarda con fiducia alle prospettive aperte dall' entrata in vigore, il 1° aprile scorso, dell' Accordo di Associazione fra l' Unione Europea e il Libano, fondato sul sostegno e la solidarietà europea da un lato, e, dall'altro, sulla determinazione da parte libanese a superare l' attuale momento di transizione politica ed incertezza economica. Nella valutazione del Ministro D'Alema, tale Accordo, fortemente sostenuto dall' Italia, potrà favorire la mobilitazione della comunità internazionale per sostenere il Libano, nella prospettiva di una specifica Conferenza Internazionale.

Al contempo - ha osservato il Ministro D'Alema - riteniamo fondamentale, anche alla luce della Risoluzione 1680 delle Nazioni Unite, che si stabiliscano al più presto normali relazioni diplomatiche tra Siria e Libano, le quali faciliterebbero a loro volta il raggiungimento di una piena normalizzazione dei rapporti fra il mondo arabo e Israele.

Una parte importante del colloquio è stata dedicata ad un approfondito scambio di vedute sul conflitto israelo-palestinese, sulla questione nucleare iraniana e sulla situazione in Iraq.

Nel corso del cordiale incontro, sono state anche approfondite le principali tematiche bilaterali. Il Ministro D'Alema ha riaffermato l' interesse italiano a mantenere un rapporto privilegiato con il Libano, verso il quale siamo primo paese esportatore, e ha ringraziato il suo interlocutore per l' azione svolta dal Governo libanese tanto per avviare a soluzione il problema dei debiti arretrati nei confronti della SACE, quanto per migliorare la situazione degli insoluti finanziari nei confronti di aziende italiane.

Quale segno della tradizionale amicizia fra i due Paesi e del nostro apprezzamento per i progressi intrapresi dal Governo libanese sulla via della modernizzazione e delle riforme economiche, il Ministro D'Alema ha assicurato che l' Italia, principale Paese donatore del Libano, intende svolgere un ruolo di primo piano alla prossima Conferenza dei Paesi Donatori.


Luogo:

Roma

2637
 Valuta questo sito