Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Comunicato

Data:

21/06/2006


Comunicato

Il Ministro degli Esteri D'Alema ha ricevuto oggi il Ministro degli Esteri iraniano, Mottaki, in un incontro bilaterale che assume particolare rilievo alla vigilia della riunione dei Ministri degli Esteri del G8 prevista a Mosca il 29 giugno.

La riunione di Mosca, infatti, avrà all'ordine del giorno, quale punto prioritario, la questione nucleare iraniana, e nell'occasione i Ministri degli Esteri del G8 dovranno valutare l'esistenza delle condizioni per riprendere la trattativa oppure rinviare il caso all'esame del Consiglio di Sicurezza.

Il Ministro D'Alema ha inteso valorizzare la disponibilità espressa dagli Stati Uniti a prendere direttamente parte al negoziato e ha sottolineato i vantaggi che l' Iran trarrebbe sia sul piano interno, sia nei rapporti con la comunità internazionale, accettando l' offerta illustrata nei giorni scorsi a Teheran dall'Alto Rappresentante Solana.

Il Ministro D'Alema, nel ribadire che l' Italia sostiene la piattaforma negoziale dell' UE, ha quindi incoraggiato fortemente il governo iraniano a superare ogni eventuale riserva alla riapertura delle trattative. Auspicando che si possa finalmente pervenire ad un' intesa che concili le varie esigenze e consenta di coinvolgere l' Iran in un rapporto virtuoso e costruttivo con la Comunità Internazionale, l' Italia - ha sottolineato il Ministro D'Alema - sostiene con convinzione il pacchetto di incentivi offerto da Solana, ed è sempre disponibile a dare il proprio contributo per addivenire ad una soluzione diplomatica, insieme ai partners del G8 e dell'Unione Europea.

L'auspicata risposta positiva da parte di Teheran - ha osservato il Ministro D'Alema - consentirebbe il coinvolgimento dell' Iran, anche con il sostegno dell' Italia, nel dialogo sulla stabilità e sicurezza nell' area, con il conseguente riconoscimento di quel ruolo regionale cui l' Iran giustamente e legittimamente aspira.

Riaffermando i tradizionali vincoli di amicizia fra Italia e Iran e l' interesse italiano a rafforzare la già eccellente collaborazione bilaterale in un quadro di ritrovata fiducia internazionale verso l' Iran, il Ministro D'Alema ha ribadito la contrarietà dell' Italia alla proliferazione nucleare, pur riconoscendo il diritto inalienabile dell' Iran ad accedere all'energia nucleare a scopi pacifici, e ha reiterato la necessità che Teheran sospenda le attività di arricchimento dell'uranio e collabori pienamente con l'AIEA, come richiesto dal Consiglio di Sicurezza e dalla stessa Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica.


Luogo:

Roma

2636
 Valuta questo sito