Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Comunicato

Data:

11/07/2006


Comunicato

Il Sottosegretario agli Affari Esteri, Gianni Vernetti, ha ricevuto questa mattina alla Farnesina il Ministro della Sanità dello Sri Lanka Nimal Siripala de Silva, in visita a Roma per discutere di un programma di cooperazione che prevede la formazione di personale medico srilankese in Italia.

L'incontro ha offerto un'utile occasione per uno scambio di vedute sulla situazione nel Paese, anche alla luce del consistente impegno assunto dall'Italia nell'ultimo anno, sia nell'assistenza post-tsunami, che a sostegno del processo di riconciliazione nazionale.

Durante l'incontro, il Ministro de Silva ha manifestato l'apprezzamento per gli aiuti ricevuti. L'Italia è stata tra i primissimi Paesi ad accorrere in soccorso delle popolazioni colpite dal tragico maremoto del 26 dicembre 2004. Questo intervento - ha affermato il Ministro srilankese - ha dato un forte impulso alle relazioni bilaterali tra i due Paesi rafforzando la posizione dell'Italia come uno dei maggiori partners di riferimento di Colombo a livello Europeo.

Da parte sua, il Sottosegretario ha tenuto a reiterare al Ministro de Silva, il quale è anche il Capo della delegazione governativa impegnata nel negoziato con il Fronte di Liberazione Tamil (LTTE), la posizione italiana sulla necessità che il conflitto etnico giunga ad una conclusione.

L'Italia e l'Unione Europea hanno voluto dare un forte segnale politico inserendo nelle ultime settimane l'LTTE nella lista delle organizzazioni terroristiche della UE, condannando in questo modo l'utilizzo della violenza di stampo terroristico da parte dei separatisti. Da parte nostra ci si attende peraltro un deciso impegno del governo srilankese per un ritorno al tavolo negoziale, accompagnato da proposte concrete per una soluzione politica del conflitto.

Una sollecita ripresa del negoziato, infatti, sembra essere al momento l'unica possibilità per porre termine alla spirale di violenza che dall'inizio dell'anno ha provocato nello Sri Lanka oltre 800 vittime, inclusi moltissimi civili, ponendo le basi per una definitiva riconciliazione nazionale.

Il Sottosegretario Vernetti ha infine annunciato che si recherà in Sri Lanka in autunno, per valutare gli interventi d'assistenza italiani post-tsunami e per rinnovare il nostro interesse nel processo di pace.


Luogo:

Roma

2899
 Valuta questo sito