Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Comunicato

Data:

09/10/2006


Comunicato

Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri Massimo D'Alema esprime la sua più viva condanna per l'esperimento nucleare condotto da parte della Corea del Nord e vivissima preoccupazione per le conseguenze di una tale inaccettabile provocazione, dalle implicazioni imprevedibili per la sicurezza della regione e della comunità internazionale.

L'Italia chiede che la Corea del Nord abbandoni immediatamente il programma nucleare militare e torni al pieno adempimento degli obblighi previsti dal Trattato di Non Proliferazione Nucleare e dall'Accordo sulle savalguardie dell'AIEA e fa appello al governo nord-coreano affinché riconosca che i suoi interessi strategici trovano nell'ambito del negoziato esapartito sulla penisola coreana il loro necessario foro di discussione. In linea con la dichiarazione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite del 6 ottobre, di fronte ad una simile minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale, l'Italia ritiene inevitabile l'intervento del Consiglio di Sicurezza.


Luogo:

Roma

2718
 Valuta questo sito