Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Comunicato

Data:

15/03/2007


Comunicato

Il Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Esteri Massimo D'Alema ha indirizzato oggi al Presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese, Abu Mazen, la seguente lettera:

"desidero farTi pervenire le mie più sincere felicitazioni per la formazione del nuovo Governo di Unità Nazionale, frutto principalmente dell'impegno che hai profuso con determinazione e coraggio in questi ultimi mesi.

Si tratta di un'importante opportunità che non dobbiamo lasciarci sfuggire per ridare forza e speranza a tutti coloro i quali credono che solo attraverso il dialogo sia possibile riprendere il difficile cammino della pace.

So bene che il nuovo Governo costituisce il risultato di un complesso negoziato e che in questo momento non vi sono ancora le condizioni per un'accettazione integrale dei tre principi del Quartetto, soprattutto del riconoscimento esplicito di Israele. Tuttavia quei principi devono restare l'obiettivo verso cui l'azione del nuovo esecutivo dovrà essere indirizzata.

Sarà peraltro essenziale che il nuovo Governo si impegni dal primo giorno, con determinazione ed efficacia, per porre fine ad ogni violenza, al lancio dei razzi Qassam, al contrabbando di armi a Gaza e, in particolare, alla detenzione del Caporale Shalit.

Tra molti Paesi dell'Unione Europea c'è il desiderio di dare un'opportunità a questo nuovo Governo e la volontà di giudicarlo per quanto saprà fare sulle questioni che Ti ho appena elencato, nonché in base alla sua capacità di assecondare una ripresa del negoziato con Israele sulle linee della Road Map.

Per parte mia, Ti assicuro che l'Italia sarà pronta a valorizzare nei diversi contesti internazionali i risultati positivi che potranno essere raggiunti con l'obiettivo di alleviare le sofferenze del popolo palestinese, favorire il rilancio del Processo di Pace e, conseguentemente, contribuire alla stabilizzazione dell'intera area mediorientale".


Luogo:

Roma

2776
 Valuta questo sito