Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Comunicato

Data:

02/06/2007


Comunicato

Sulla base del mandato conferito al nostro Paese ed alla Presidenza tedesca dell'Unione Europea dal Consiglio Affari Generali del 14 maggio scorso, Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri, Massimo D'Alema, si è intrattenuto a colloquio con il suo collega tedesco, Ministro Steinmeier, in occasione della riunione dei Ministri degli Esteri del G8 a Postdam, il 30 maggio scorso, per fare il punto sull'andamento dell’iniziativa europea per l’adozione di una moratoria della pena di morte da parte della Nazioni Unite e sugli interventi ulteriori da realizzare.

A seguito del colloquio, si e' svolto ieri alla Farnesina un incontro bilaterale tra alti funzionari competenti per le Nazioni Unite dei Ministeri degli Esteri dei due Paesi, con l'obiettivo di avviare la fase conclusiva di concretizzazione delle iniziative poste sinora in atto.

E’ stata in particolare sottolineata l’importanza dei contatti gia' assunti con un numero selezionato di Paesi, appartenenti a diverse aree geografiche, favorevolmente orientati nei riguardi dell'iniziativa per la moratoria universale sulla pena di morte. Tali Paesi infatti possono svolgere, accanto ai Paesi europei, ed in particolare all'Italia ed alla Presidenza tedesca, un’azione strategica per acquisire ulteriori consensi nelle rispettive aree geografiche. Si e' infatti giunti nella fase cruciale della verifica della adesioni in vista della presentazione di una risoluzione all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il Governo ed il Ministero degli Esteri intendono accelerare l'azione intrapresa, che vede mobilitata la nostra rete diplomatica, ed in tal senso sono state date istruzioni alle nostre Ambasciate in alcuni Paesi-chiave affinche' sollecitino o confermino il sostegno dei Governi di accreditamento.


Luogo:

Roma

7154
 Valuta questo sito