Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Comunicato

Data:

03/07/2007


Comunicato

Nel quadro della Conferenza Internazionale sulla Giustizia e lo Stato di Diritto in Afghanistan, il Vicepresidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri Massimo D’Alema si è intrattenuto stamane a colloquio alla Farnesina con il Commissario per le Relazioni Esterne e la Politica di Vicinato dell’ Unione Europea Benita Ferrero Waldner.

L’incontro ha offerto l’opportunità per un ampio scambio di vedute sulla situazione in Afghanistan nonchè sulla sua auspicata stabilizzazione, anche attraverso il contributo dell’Unione Europea e l’azione svolta dall’Italia e dagli altri partners internazionali.

Il Ministro D’Alema ha tenuto anzitutto a ringraziare la Signora Ferrero Waldner per il generoso contributo (circa 200.000.000 Euro) accordato dalla Commissione Europea al programma per la Giustizia e lo Stato di Diritto in Afghanistan.

Ribadendo la volontà di proseguire nell’ impegno per il consolidamento dello stato di diritto nel Paese, il Ministro D’Alema ha da parte sua ricordato il rilevante sforzo italiano a favore della ricostruzione civile in Afghanistan, con interventi di ricostruzione del valore complessivo di oltre 65 milioni di Euro per il 2007 ed una significativa partecipazione alla missione di formazione delle forze di polizia realizzata in ambito PESD.

Al riguardo, D’Alema ha manifestato il forte auspicio di una sempre più incisiva azione europea in campo civile per il consolidamento delle istituzioni afgane, come pure di un crescente coordinamento tra le attività della missione UNAMA e quelle dell’ Unione Europea.

Durante l’ incontro sono state affrontate anche alcune tematiche di prioritario rilievo per la Commissione e di particolare interesse per l’ Italia, fra le quali il rafforzamento della Politica Europea di Vicinato, in un ambito di equilibrato sostegno alle diverse aree orientali e meridionali e con particolare riferimento alle tematiche delle migrazioni e dell’ energia nel quadro dei rapporti tra i Paesi del Mediterraneo.

Inoltre è stata compiuta una ricognizione dell’impegno dell’ Unione Europea a sostegno della popolazione palestinese, ed in particolare delle prospettive del Meccanismo Temporaneo Internazionale.


Luogo:

Roma

7166
 Valuta questo sito