Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

28/09/2007


Dettaglio comunicato
Il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri On.Gianni Vernetti, presente a New York in occasione dei lavori della 62ma Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha sottolineato oggi l’insieme delle iniziative che il Governo  italiano sta promuovendo di fronte alla grave crisi in Myanmar.
Il Governo italiano –ha ricordato l’on.Vernetti- ha nuovamente condannato la Giunta militare birmana per i gravissimi episodi di repressione violenta delle manifestazioni dei religiosi e della popolazione, invitandola ad un’immediata cessazione delle violenze e ad instaurare un dialogo con le forze dell’opposizione democratica.
L’Italia –ha proseguito Vernetti-  ha chiesto notizie sullo stato di salute del Premio Nobel Aung San Suu Kyi e reiterato la richiesta di una sua immediata liberazione dopo anni di arbitrari arresti domiciliari.
Il Sottosegretario Vernetti ha inoltre incontrato i rappresentanti del Governo Birmano in esilio ai quali ha assicurato l’impegno italiano a sostenere in ogni forma l’opposizione democratica. In tal senso il Ministero degli Affari Esteri sta predisponendo una serie di interventi di assistenza  economica ai campi profughi birmani in Thailandia. In queste ore il governo italiano sta verificando con la presidenza portoghese il possibile invio di una missione dell’Unione Europea in Myanmar da affiancare alla missione dell’inviato delle Nazioni Unite Gambari. L’Italia –ha concluso Vernetti-  sta infine promuovendo in queste ore una serie di azioni diplomatiche nei confronti in particolare di India, Russia e Cina affinche’ anche da parte di questi Paesi aumenti la pressione internazionale nei confronti della Giunta militare birmana.

Luogo:

Roma

7362
 Valuta questo sito