Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

15/11/2007


Dettaglio comunicato
La Viceministra degli Esteri Patrizia Sentinelli ha concluso oggi la sua missione in Angola, nel corso della quale ha incontrato il Ministro degli Esteri Bernardo de Mirando ed altre importanti Autorità governative del Paese.
La visita ha rappresentato l’occasione per un rilancio delle relazioni bilaterali, nel solco del più ampio percorso di rafforzamento delle relazioni economiche, politiche e di cooperazione dell’Italia nei confronti del continente africano.
La Viceministra ha rappresentato ai suoi interlocutori la soddisfazione per i significativi progressi che l’Angola ha compiuto negli ultimi anni sulla strada della stabilizzazione democratica del Paese. Progressi che hanno favorito la crescita economica del Paese e la risoluzione, in ambito Club di Parigi, del problema del debito estero, ivi incluso quello contratto con il nostro Paese.
Sentinelli ha anche espresso l’auspicio che la crescita economica del Paese riesca a tradursi in un miglioramento reale delle condizioni di vita della popolazione.
Nel corso dei colloqui e’ stata annunciata l’intenzione di definire un programma triennale della cooperazione italiana per l’Angola, incentrato su interventi in materia di sanità, educazione, giustizia, empowerment femminile, nonché sullo sminamento delle aree maggiormente coinvolte dalla guerra civile, con una particolare attenzione alla tutela ambientale.
Il rilancio della relazioni bilaterali sarà inoltre facilitato dalla recente ratifica, da parte angolana, di due accordi in materia di protezione e promozione degli investimenti, e di cooperazione culturale, scientifica e tecnica.
La Viceministra ha poi sottolineato l’importanza che l’Angola può ricoprire nel favorire la stabilizzazione regionale ed affermato la volontà italiana di intensificare la collaborazione fra Roma e Luanda sui temi dello sviluppo economico e sociale Sentinelli ha poi espresso l’auspicio che l’Angola sostenga la proposta italiana affinchè il Consiglio dei Diritti Umani dell’ONU riconosca l’accesso all’acqua come un diritto umano.
Da parte angolana, nel ringraziare la Viceministra Sentinelli per l’impegno a rilanciare le relazioni bilaterali, si è manifestata la volontà di privilegiare programmi organici di cooperazione evitando una eccessiva frammentazione degli interventi.
Nel corso della missione, la Viceministra ha potuto inoltre visitare il Tribunale dei Minori ed il Centro di Osservazione dei Bambini di Strada realizzato dalla Cooperazione italiana, ed ha avuto un incontro con le ONG italiane presenti in Angola.

Luogo:

Roma

7475
 Valuta questo sito