Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

29/11/2007


Dettaglio comunicato

Il Sottosegretario agli Affari Esteri, Vittorio Craxi, ed il Ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, hanno congiuntamente aperto oggi alla Farnesina la riunione del “Comitato Politiche Ambientali” dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), organo strategico nel dibattito sulla governance dell’ambiente.

“E’ un segnale della priorita’” - ha sottolineato Craxi nel suo intervento introduttivo - “che l’Italia annette ai temi ambientali e al ruolo che l’OCSE deve svolgere per promuovere lo sviluppo sostenibile”. Il Sottosegretario ha inoltre ricordato che l’Italia sostiene attivamente l’evoluzione dell’organizzazione che da “club dei Paesi ricchi” si va trasformando in “snodo della globalizzazione”, grazie anche ai negoziati in corso per l’approvazione di  un mandato sull’allargamento dell’OCSE e per la realizzazione di una cooperazione rafforzata con i paesi considerati ancora non “maturi”  o che non aspirano per il momento ad aderire all’organizzazione.
E’ stato evidenziato il contributo che il Comitato politiche ambientali fornisce, anche tramite studi in via di finalizzazione quali l’Environmental Outlook 2008 (che contiene proiezioni al 2050), al negoziato sul regime di riduzione di gas a effetto serra per il post-2012, che si svolgera’ nei prossimi giorni a Bali nell’ambito della Conferenza ONU sui cambiamenti climatici.

Il Sottosegretario ha infine colto l’occasione per ribadire il forte impegno dell’Italia, insieme ai partner dell’Unione Europea, per il raggiungimento di un accordo mondiale, con impegni vincolanti, sulla riduzione delle emissioni globali di gas serra.


Luogo:

Roma

7513
 Valuta questo sito