Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

25/02/2008


Dettaglio comunicato
Fonti della Farnesina rendono noto che questa sera il Capo di Gabinetto del Ministro degli Esteri D’Alema, Ambasciatore Ferdinando Nelli Feroci, ha avuto un colloquio telefonico con l’Incaricato d’Affari britannico a Roma, Alastair McPhail, in merito alla vicenda del cittadino iraniano Medhi Kazemi, che rischia di essere deportato dal Regno Unito all’Iran.
Kazemi, a cui sarebbe stato in passato rifiutato l’asilo politico da parte delle Autorità britanniche, qualora deportato in Iran, rischia di subire una condanna per omosessualità, che in quel Paese è punita anche con la pena di morte.
L’Ambasciatore Nelli Feroci, che ha precisato di parlare a nome del Ministro degli Esteri D’Alema, ha rivolto un appello alle Autorità britanniche, facendo valere considerazioni di carattere umanitario, affinché possano riconsiderare il caso, concedendo l’asilo politico o comunque rinunciando al provvedimento di deportazione, così da evitare di esporre il cittadino iraniano Medhi Kazemi, al rischio di una condanna che potrebbe anche prevedere la pena capitale.

Luogo:

Roma

7695
 Valuta questo sito