Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

13/03/2008


Dettaglio comunicato

Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri, Massimo D'Alema, ha appreso con costernazione la notizia del ritrovamento del corpo dell'arcivescovo caldeo di Mosul, Faraj Rahho, sequestrato lo scorso 29 febbraio in Iraq.

Nel condannare con fermezza la barbara violenza di cui è stato fatto oggetto un uomo dedito ad una missione spirituale ed umana di grande valore, il Ministro D'Alema ha espresso i sentimenti di forte vicinanza alla Chiesa cattolica per questo gravissimo episodio di brutale intolleranza.

Il Ministro ha inoltre ribadito che l'Italia rimane impegnata al fianco del popolo iracheno per il consolidamento democratico e per isolare le fazioni estremistiche e le formazioni terroristiche che continuano purtroppo tuttora ad operare con inumana ferocia nel Paese.


Luogo:

Roma

7778
 Valuta questo sito