Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

30/07/2008


Dettaglio comunicato

Il Ministro degli Esteri Frattini parteciperà all’incontro che avrà luogo a Roma il 31 luglio tra il Presidente del Consiglio Berlusconi e il Presidente della Romania, Traian Basescu.

La visita si svolge nel quadro dell’ulteriore rafforzamento delle relazioni bilaterali sancito dalla nuova Dichiarazione di Partenariato Strategico italo-romeno, che ha visto moltiplicarsi, nelle ultime settimane, le occasioni d’incontro ad alto livello. Alla visita del Ministro dell’Interno David il 15 maggio, è seguita quella del Ministro degli Affari Esteri Comanescu, lo scorso 9 giugno, mentre i Ministri Scajola e Ronchi si sono recati a Bucarest, rispettivamente il 5 e 10 giugno scorsi.

Nel quadro del dialogo politico rafforzato, assumono particolare rilievo la collaborazione nel settore della sicurezza e della giustizia, così come le iniziative di carattere sociale (scuola, lavoro, salute) in favore della comunità romena in Italia. Si ricorda che  il 9 giugno scorso i Ministri degli Esteri hanno firmato un importante Accordo per la tutela dei minori non accompagnati.

Al centro dei colloqui vi sarà inoltre l’ulteriore sviluppo della collaborazione economica ed industriale. L’Italia è il secondo partner della Romania con un interscambio in continua crescita che ha superato nel 2007 gli 11 miliardi di euro. Oltre 24.000 società italiane sono presenti in Romania, e danno lavoro a circa 800.000 persone. Particolarmente qualificata è la presenza dei grandi gruppi industriali e bancari. Ulteriori opportunità potranno scaturire dalla collaborazione in settori a carattere strategico tra cui quello dell’energia.

I colloqui forniranno l’occasione anche per esaminare i principali temi di attualità dell’agenda comunitaria, in particolare il processo di ratifica del Trattato di Lisbona, così come quelli di comune interesse sul piano regionale ed internazionale, tra cui il processo di stabilizzazione dei Balcani occidentali, lo sviluppo dei rapporti con l’area del Mar Nero e la valorizzazione degli strumenti di cooperazione regionale, quali l’Iniziativa Centro Europa (InCE).


Luogo:

Roma

8096
 Valuta questo sito