Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

13/08/2008


Dettaglio comunicato
Il Ministro degli affari esteri, Franco Frattini, ha espresso soddisfazione  per gli esiti del Consiglio Affari Generali straordinario convocato dalla Presidenza dell’Unione Europea, cui ha partecipato, in rappresentanza dell’Italia, il Sottosegretario Vincenzo Scotti. La riunione ha consentito infatti l’adozione di un documento equilibrato che ha registrato il consenso unanime dei 27 Paesi dell'Unione.
Il Ministro Frattini ha manifestato il proprio forte apprezzamento per il lavoro di mediazione posto in essere dalla Presidenza francese, cui spettava, istituzionalmente, in questa fase, il delicato compito di parlare a nome dell’Europa: i risultati dimostrano come l’Unione Europea sia in grado di svolgere un ruolo rilevante a livello internazionale ogniqualvolta mantenga la propria unità e riesca ad esprimere una condivisa linea comune.
Il Ministro ha sottolineato come il governo italiano, forte della sua vocazione transatlantica ed europea nonché delle relazioni di amicizia con la Federazione Russa e la Georgia, abbia fornito un importante contribuito al buon esito della mediazione. Il Ministro ha in particolare evidenziato l’impegno, oltre che suo personale, del Presidente del Consiglio che, su richiesta dei partner internazionali, ha svolto un significativo ruolo di facilitatore, anche in virtù dei suoi rapporti personali con il Primo Ministro russo  Putin. Un impegno tradottosi in ripetuti contatti fino al momento dei colloqui  di Mosca e Tbilisi.
Il Ministro Frattini ha poi voluto ricordare i costanti contatti mantenuti in questi giorni anche con il Ministro degli esteri-ombra dell'opposizione, On. Piero Fassino.
Il Ministro Frattini ha infine ribadito la disponibilità dell’Italia a fornire ulteriori aiuti umanitari a favore della popolazione georgiana colpita dal conflitto, in aggiunta a quanto già disposto nella giornata di ieri.

Luogo:

Roma

8140
 Valuta questo sito