Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

02/09/2008


Dettaglio comunicato

Frattini ha ribadito all’ospite la viva soddisfazione del Governo italiano e sua personale per la positiva conclusione della vicenda.

Il Ministro, riferendosi al problema dei sequestrati in Colombia, un dramma che continua a coinvolgere centinaia di persone, fra gli ostaggi delle FARC, dell’ ELN, dei paramilitari e della delinquenza comune, ha tenuto ad assicurare la piena disponibilità dell’ Italia a contribuire, nel contesto dell’ azione condotta dall’ Unione Europea, agli sforzi comuni affinché venga promossa un’ iniziativa internazionale di pace e riconciliazione che porti alla liberazione di tutti gli ostaggi, ovviamente a precise condizioni e senza la scorciatoia di trattative segrete.

Il Ministro Frattini ha in particolare espresso l’ aspettativa che di tale iniziativa si facciano artefici in modo congiunto i Paesi latinoamericani, anche nel quadro di una collaborazione regionale per la stabilità, la sicurezza e lo sviluppo socioeconomico.

La Signora Betancourt, nel ringraziare l’ Italia per quanto ha svolto negli anni a favore della sua liberazione, ha voluto ricordare la drammatica condizione nella quale si trovano tuttora le persone sotto sequestro in Colombia. Condividendo le considerazioni del Ministro Frattini, Ingrid Betancourt ha fortemente auspicato che l’impegno della comunità internazionale possa dimostrarsi efficace per imprimere una positiva svolta ad una vicenda, quella degli ostaggi, dai drammatici risvolti umani e dalle complesse implicazioni politiche.


Luogo:

Roma

8175
 Valuta questo sito