Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
Governo Italiano

Dettaglio comunicato

Data:

09/06/2009


Dettaglio comunicato
Il Ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini, ha incontrato oggi alla Farnesina il Primo Ministro somalo, Omar Abdirashid Ali Sharmarke.

Nel corso del cordiale colloquio è stata esaminata la difficile situazione che il Governo somalo di “unità nazionale” si trova ad affrontare a causa dei violenti attacchi di gruppi estremisti dell’opposizione armata. Il Ministro Frattini ha confermato il sostegno del Governo italiano a quello somalo, impegnato nella realizzazione degli accordi di pace di Gibuti dell’agosto 2008 ed in un difficile processo di riconciliazione nazionale. Il Ministro degli Esteri ha altresì sottolineato la preoccupazione del Governo italiano per la recrudescenza della pirateria e ha chiesto al suo interlocutore ogni appoggio in vista di una liberazione, senza rischi per le loro vite, dei marinai del Bucaneer ancora in mano ai pirati.

Da parte sua, il Primo Ministro Ali Sharmarke, nel ribadire l’impegno alla pacificazione del Paese ed a collaborare nella vicenda del Bucaneer, ha ringraziato il Ministro Frattini per il rinnovato impegno italiano in vista di una soluzione alla crisi somala e per il ruolo di catalizzatore che il nostro Paese sta svolgendo in ambito internazionale.

Il Ministro Frattini, nell’assicurare l’impegno ad avviare le procedure per la riapertura della nostra Ambasciata a Mogadiscio, chiusa da parecchi anni, ha annunciato che l’Italia, a valere sull’Italian Africa Peace Facility e d’intesa con l’Unione Africana, destinerà ulteriori 3 milioni di euro per la Somalia, dei quali uno per AMISOM (la forza di pace dell’Unione Africana che opera in Somalia) e due per il sostegno alle istituzioni somale; queste ultime potrebbero comprendere attività di formazione di personale da impiegare nella lotta alla pirateria e nella protezione delle coste, e di forze di polizia doganale. L’Italia sta inoltre valutando la fattibilità di attività di formazione di istruttori di polizia somali presso un centro di addestramento in Africa affiliato all’Unione Africana, per un importo fino a 5 milioni di euro.

Al termine del colloquio il Ministro Frattini, insieme con il Primo Ministro somalo, ha aperto i lavori del Gruppo Internazionale di Contatto (ICG) sulla Somalia, presieduto dal Rappresentante Speciale per la Somalia del Segretario delle Nazioni Unite, Ambasciatore Ould-Abdallah. L’ICG è il foro di consultazione e di coordinamento che riunisce, sotto l’egida delle Nazioni Unite, oltre quaranta fra Stati e Organizzazioni Internazionali impegnati a favore del processo di pace in Somalia.

Dall’inizio di quest’anno l’Italia ha concesso aiuti a sostegno del processo di pace e delle istituzioni somale per circa 10 milioni di euro.

Luogo:

Roma

9162
 Valuta questo sito